Pollegioni (FdI). “La Questura di Pesaro occuperà uno stabile non adatto, in barba anche alle norme della sicurezza”

Stefano Pollegioni (Fratelli d’Italia Fano)

Nonostante il dissenso del sindacato della Polizia di Stato SIULP, che ha più volte spiegato le motivazioni, il sindaco di Pesaro Matteo Ricci del PD renziano, si sta affrettando nel portare a compimento una scelta che comprometterà fortemente il buon funzionamento che deve avere una Questura. Ricci non può permettersi di perdere i 6 milioni di euro che il Demanio ha messo a disposizione per la ristrutturazione della ex sovrintendenza di finanza ed è disposto a sacrificare, per questo, l’intera Questura di Pesaro altrimenti, se non si investono quei soldi già stanziati, la ristrutturazione dello stabile gli rimarrebbe sul groppone. Questa è l’assurda verità !! Quindi la Questura di Pesaro occuperà uno stabile non adatto, in barba anche alle norme della sicurezza, con dei negozi e un via vai continuo di persone che saranno a rischio ogni giorno perché una Questura può essere un obiettivo da colpire da parte di malintenzionati e ci sono, per questo, delle norme di sicurezza da rispettare. Inoltre non avrà un parcheggio per le auto istituzionali perché non c’è lo spazio ma Ricci assicura che troverà una soluzione costruendo un parcheggio nei dintorni !!!! allora ?? aumenterà la difficoltà degli agenti che dovranno spostarsi in fretta e in furia a piedi per arrivare ad un fantomatico parcheggio per salire su un auto di servizio e intervenire in caso di esigenza ?? da ex componente delle Forze dell’Ordine questa mi sembra una vera e propria barzelletta !! non si è mai vista in Italia una qualsiasi struttura di Polizia senza il parcheggio auto all’interno e con attività commerciali in loco. Inoltre saremo difronte ad una soluzione che divide gli uffici della Questura perché, lo stabile in questione, non potrà ospitare tutti gli uffici e quindi una parte di essi rimarrà nella struttura attuale. Mi domando, viste le difficoltà, come si fa a negare una struttura ottima come quella del palazzo della Provincia dove tutti gli uffici e i reparti della Polizia di Stato possono stare insieme come, tra l’altro previsto, proprio perché gli uffici spesso hanno bisogno di collaborare insieme. Non capisco come sia possibile che il Prefetto non intervenga ma, anzi, sembra che appoggi questa assurda scelta. Il Siulp attraverso il suo segretario Provinciale Marco Lanzi si sta battendo da tempo, proponendo per la Questura la sede della ormai ex provincia . Fratelli D’Italia con il suo contributo attraverso il Vice Presidente della Camera dei Deputati On. Fabio Rampelli che è già intervenuto pubblicamente annunciando anche una interrogazione in Parlamento appoggia fortemente questa battaglia. L’interessamento dell’On. Rampelli sembra aver messo una certa fretta al Sindaco Ricci che ha spinto improvvisamente il piede sull’accelleratore come se avesse timore che qualcuno del Governo arrivasse in tempo a frenare su tale intento. In qualità di delegato provinciale per la sicurezza di Fratelli D’Italia e come componente delle Forze dell’Ordine, ora in quiescenza, continuerò e continueremo a batterci affiancando lo stesso Marco Lanzi il suo sindacato e tutti gli altri sindacati di Polizia anche con iniziative forti. Riteniamo che la proposta del SIULP di spostare la Questura nella sede della Provincia sia una proposta ottima !! una struttura che si presta totalmente alle esigenze con parcheggi interni e uffici che possono ospitare fino a 600 impiegati . Attualmente in quella sede sono rimasti circa 150 dipendenti della provincia che possono benissimo essere spostati alla sede della ex Sovrintendenza di finanza che sicuramente si presta per le loro esigenze. Mentre Ricci e company si stanno impegnando a Pesaro facendo scelte scellerate noi ci stiamo impegnando invece per far si che il bene e la voce degli stessi poliziotti, rappresentati dal sindacato, siano ascoltati nelle sedi di Governo preposte.

Stefano Pollegioni delegato provinciale per la sicurezza di Fratelli D’Italia