Pozzuolo di Colli al Metauro: 7/8 luglio, la festa della mietitura e trebbiatura

A causa del ritardo di maturazione del grano quest’anno la festa della mietitura e trebbiatura (24esima edizione) si terrà il 7 e 8 luglio a Pozzuolo di Colli al Metauro. Nacque alla fine degli anni ’80 solo come festa della mietitura, perché la battitura veniva celebrata nella vicina Ripalta. Si seminava come ora un piccolo campo vicino al chiosco La Tagliata e a giugno veniva effettuata la mietitura. Per poter fare entrare la mietilega nel campo, il grano veniva tagliato con la falce per tutto il perimetro del terreno e poi legato in covoni con la pressa a mano. Venivano poi formate le cosiddette “covate” e la mietitura era finita. Durante la lavorazione si faceva colazione al mattino, seguita dal pranzo e dalla cena sempre nel campo di lavoro. Veniva stesa in terra una lunga tovaglia dove seduti si mangiava baccalà con le patate.  Quando poi l’evento venne ampliato con la battitura come usava una volta, i covoni di grano dopo mietuti, venivano portati nell’aia vicino alla macchia di trebbiatura. Un antico trattore a ruote serve per trasmettere i movimenti alla trebbia per mezzo di un cintone.  La lavorazione inizia con il getto dei covoni nel battitore con l’uscita dei chicchi di grano che viene messo nei sacchi. Con lo scarto della paglia viene costruito il pagliaio. La  particolarità è che all’inizio e alla fine della trebbiatura viene suonata una sirena come usava una volta. Durante la festa vengono esposti i trattori con attrezzi agricoli antichi e funzionano stand gastronomici per le delizia del palato dei partecipanti.

Programma

Sabato 7 luglio: ore 19 apertura festa – ore 21 ballo con orchestra I Drink’s

Domenica 8 luglio: ore 17 rievocazione mietitura e trebbiatura – ore 20 cena mietitori al prato – ore 21 ballo con orchestra Tomas e la sua band