Bolkestein e concessioni, i bagnini pesaresi plaudono a Conte e il Governo

La proposta di escluderle dalla direttiva europea premia la battaglia della CNA 

“E’ un primo impegno che va incontro ai bagnini”. La CNA apprezza la volontà del Governo, espressa dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, di proporre al Consiglio Ue soluzioni eque ed efficaci volte a risolvere le conseguenze negative provocate dalla direttiva cosiddetta Bolkestein”. “La decisione di intraprendere con immediatezza tutte le iniziative mirate a escludere le concessioni demaniali marittime dall’applicazione della direttiva – dice Sabina Cardinali, portavoce della categoria – è apprezzabile. Tanto più che lo stesso ex commissario europeo di cui porta il nome, proprio a Roma, ha recentemente escluso che la direttiva possa riguardare appunto le concessioni balneari”.  “Una battaglia – afferma la Cardinali – che da anni la CNA conduce con il sostegno compatto degli operatori balneari e che finalmente vede condivisa dal Governo e dalla maggioranza del Parlamento. Segnali importanti per restituire serenità anche agli oltre 200 operatori della nostra provincia, alle loro famiglie e agli addetti del settore che costituisce una voce importante del turismo del territorio”.