Urbino, il dolore dell’Ateneo per la morte di Domenico Losurdo

L’Università di Urbino è in lutto per la scomparsa a 77 anni di Domenico Losurdo, filosofo e docente dell’ateneo per un’intera carriera. <Un grande intellettuale> per il rettore Vilberto Stocchi <che ha saputo attirare e stimolare l’attenzione sui grandi temi della cultura e della politica del Novecento, ponendo l’Università di Urbino al centro di un dibattito di livello internazionale>. Dopo la laurea nel 1963 con Pasquale Salvucci, altro grande filosofo della scuola urbinate, Losurdo ha accompagnato l’attività accademica a un’intensa produzione incentrata su Hegel, con scritti dedicati a Gramsci e al pensiero marxista-leninista. Tra questi Dai fratelli Spaventa a Gramsci. Per una storia politico-sociale della fortuna di Hegel in Italia, Napoli, Città del sole, 1997. Ultima sua opera,  Il marxismo occidentale. Come nacque, come morì, come può rinascere, Laterza 2017. Direttore dell’Istituto di Scienze filosofiche e pedagogiche “Pasquale Salvucci” nell’Università di Urbino, Losurdo era presidente della “Internationale Gesellschaft Hegel-Marx für dialektisches Denken” e membro della “Leibniz Sozietät”.

Uniurb