Fano, Lisippo la confisca è esecutiva. La statua deve tornare in Italia

Pm Cristina Tedeschini: “E’ ovvio che le pressioni politiche per riottenere questo bene nazionale dovranno andare di pari passo”

L’ordinanza del gip di Pesaro per la confisca del bronzo di Lisippo, da anni conteso tra Italia e Getty Museum, “è immediatamente esecutiva e intendiamo farla rispettare, la statua deve tornare in Italia”. Così il procuratore capo della Repubblica di Pesaro Cristina Tedeschini, in un incontro stampa insieme al pm Silvia Cecchi e all’avv. Tristano Tonnini, dell’associazione culturale ‘Cento città’. “Ci aspettiamo ovviamente ricorso in Cassazione – ha aggiunto il procuratore -, non suoniamo la fanfara, ma il fatto certo è che ben tre giudici diversi hanno ribadito che la statua appartiene allo Stato italiano e che va riconsegnata”. E inoltre “è ovvio che le pressioni politiche per riottenere questo bene nazionale dovranno andare di pari passo”.