Prodotti sfusi e alla spina: ok della II Commissione alla proposta di legge

Via libera all’unanimità dalla II Commissione regionale “Sviluppo economico”, presieduta da Gino Traversini (Pd), alla proposta di legge per promuovere la diffusione di negozi di prodotti sfusi e alla spina. A disposizione per le annualità 2018, 2019 e 2020 risorse regionali per 105mila euro. La pdl prevede la concessione di contributi da parte della Regione per l’apertura di nuovi esercizi commerciali destinati alla vendita o per la diffusione di prodotti sfusi e alla spina in negozi già esistenti. La Giunta è chiamata ad adottare, previo parere della Commissione assembleare competente, un programma annuale di interventi per individuare tipologia di investimenti, modalità attuative, risorse disponibili, iniziative di educazione e formazione. Prevista l’istituzione di un elenco dei negozi di prodotti sfusi e alla spina delle Marche, suddiviso per provincia e città, che verrà pubblicato sul sito internet della Regione. Inoltre, l’Esecutivo regionale presenterà annualmente all’Assemblea legislativa una relazione sullo stato di attuazione della legge.

Fabio Urbinati consigliere regionale Pd

”Dopo la normativa sullo spreco alimentare – evidenzia il relatore di maggioranza, Fabio Urbinati (Pd) – un altro passo avanti a favore della sensibilizzazione e incentivazione al riciclo e alla non produzione di materiale biodegradabile. In una logica di economia circolare, ci teniamo a sottolineare anche la trasversalità di certi temi, che quasi sempre trovano larga condivisione tra tutte le forze politiche, e come la regione Marche negli anni abbia sempre lavorato per creare una cultura ambientale diffusa”.

Piergiorgio Fabbri consigliere regionale M5S

La proposta di legge prende le mosse da un testo legislativo presentato da Piergiorgio Fabbri (M5s), che la II commissione, con alcune modifiche, ha fatto proprio. “Sono molto soddisfatto – dice il consigliere Cinquestelle – che l’azione di approfondimento dei contenuti della pdl da me proposta, abbia portato alla volontà di sottoscrivere la legge da parte di tutti i consiglieri della seconda commissione, a dimostrazione del fatto che le buone idee del Movimento 5 Stelle possano essere condivise da tutti”. E ancora: “L’applicazione della normativa porterà benefici all’ambiente, meno rifiuti, ma anche alle tasche dei cittadini, grazie al minor costo dei prodotti, oltre a costituire uno stimolo culturale concreto verso un nuovo modello di produzione, vendita ed utilizzo dei prodotti”.

Consiglio regionale Marche (c. c.)
mcdonalds