Colli al Metauro, sostenibilità: al via il progetto della secondaria di 1° grado “Leopardi” di Saltara

Grande successo di pubblico ha registrato il progetto “SOStenibilità”, promosso dai giovanissimi alunni della Scuola Secondaria di primo grado “G. Leopardi” di Saltara, facenti parte del Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi che si è svolto domenica 10 Giugno. Scopo del progetto è quello di favorire la diffusione della cultura della sostenibilità e la conoscenza dei modelli di vita previsti dall’Agenda 2030 dell’Onu sottoscritta da 193 Paesi il 25 settembre del 2015.I 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile richiamano l’attenzione sui limiti dell’attuale modello di sviluppo umano e sociale e incoraggiano una  visione  sostenibile delle diverse dimensioni di crescita: diritti umani, uguaglianza tra i popoli e le persone, cultura di pace e di non violenza, valorizzazione della diversità culturale e innovazione sostenibile.

Il progetto, che vuole promuovere l’educazione allo sviluppo sostenibile e a stili di vita rispettosi dell’ambiente, ha visto i ragazzi cimentarsi in una serie di rappresentazioni, espressione di mezzi e linguaggi differenti, lungo le vie e nei luoghi più suggestivi e caratteristici del bellissimo borgo di Saltara di Colli al Metauro. Dai giardini del Castello ai mercati coperti medievali, dall’imponente scalinata d’accesso al centro storico alla fontana del Drago, i ragazzi hanno animato il loro territorio di appartenenza attraverso le diverse e principali forme espressive ed artistiche – danza, musica, teatro, pittura, video – riuscendo a realizzare un prodotto originale rivolto ai giovani e alle famiglie, per sensibilizzare ai temi dello sviluppo sostenibile, proponendosi come agenti di cittadinanza attiva. Nell’ultima tappa itinerante del progetto, all’interno della splendida Chiesa del Gonfalone, ricca di affreschi e di storia con la presenza degli antichi mosaici romani, l’amministrazione Comunale, intervenuta al gran completo con il Sindaco Stefano Aguzzi e gli Assessori, è stata sottoposta dagli studenti ad una serie di domande inerenti il tema principale del progetto. “Sono molto soddisfatto di questa iniziativa, afferma l’assessore alla Pubblica Istruzione Pietro Briganti, tanto che ho voluto sostenerla ed appoggiarla sin dal momento della sua genesi perché ritengo che i giovani debbano  essere maggiormente sensibilizzati e più rispettosi dell’ambiente in cui vivono”.

da Comune di Colli al Metauro