Cagli, la discarica di Ca’ Guglielmo è ormai un ricordo!

La discarica di Ca’ Guglielmo di Cagli ha terminato il suo ripristino ambientale, restituendo alla natura il territorio che una volta occupava. Attiva dal 1988 per lo smaltimento dei rifiuti non pericolosi e chiusa definitivamente il 20 dicembre 2012, è stata negli ultimi anni al centro dell’attenzione e delle polemiche della cittadinanza. Marche Multiservizi, che negli anni è diventata proprietaria della discarica, nell’aprile 2017 ha dato inizio ai lavori di ‘Capping e ripristino ambientale’ del sito, ponendosi come obiettivo quello di isolare e proteggere il corpo dei rifiuti tramite una impermeabilizzazione superficiale ed un ripristino ambientale con la natura circostante che permetterà di reinserire la discarica nell’ambiente circostante per tutti gli anni successivi di gestione post-mortem. Questi lavori sono terminati il 19 dicembre 2017 ed hanno costato 1.229.000 euro. Più dettagliatamente sono stati rimossi i teli plastici esistenti andando a realizzare un’impermeabilizzazione della discarica con teli in materiale plastico HDPE, insieme ad uno strato di terreno vegetale su tutta la superficie della discarica. Inoltre sono state piantumate circa 2.000 essenze arboree autoctone su tutta la superficie della discarica insieme ad altri lavori accessori e complementari. Tutto questo è stato spiegato in un incontro pubblico, organizzato lo scorso 6 giugno presso il salone degli stemmi del palazzo pubblico di Cagli da Marche Multiservizi, Unione Montana Catria e Nerone e Comune di Cagli. “Sappiamo bene quanto le comunità locali siano sensibili a temi come la presenza di discariche sul proprio territorio. – afferma Mauro Tiviroli amministratore delegato di MMS – Questo intervento, oltre a portare benefici di carattere ambientale, migliorerà l’impatto visivo della zona.” Anche il sindaco di Cagli Alessandri ha affermato che “questa è stata una giornata storica che sancisce la restituzione al territorio di un’importante area geografica. Un grazie va anche all’attuale dirigenza di Marche Multiservizi che con professionalità e competenza ha saputo ribaltare in positivo una situazione non certo facile proveniente da passate gestioni. Per quello che mi riguarda sono estremamente felice di aver avuto l’onore di vivere da sindaco questa giornata. Onore che voglio condividere con tutti gli amministratori, passati e presenti, che si sono adoperati per il raggiungimento di questo obiettivo. Un grazie va anche alle associazioni ambientalistiche.” Presenti all’incontro anche il Presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Daniele Tagliolini, il Presidente dell’Unione Montana Catria e Nerone Francesco Passetti e il Sindaco di Cantiano Alessandro Piccini.