Clima, troppi allarmi inascoltati: a Mondavio ne parla domani 26 maggio Carlo Cacciamani

Carla Cacciamani Foto Nucci_Benvenuti

Il sistema di allerta funziona, ma a volte fatica a percorrere l’ultimo miglio. Se Protezione Civile e Regioni emettono un allarme, anche solo giallo, non deve restare sulla carta. Deve arrivare ai cittadini…”. Sabato 26 maggio alle ore 17 presso il Chiostro Francescano di Mondavio, ne parla con Carlo Cacciamani. Cacciamani è responsabile del Centro funzionale nazionale per il rischio meteo-idrogeologico della Protezione civile. E´ stato responsabile per conto dell´Arpae Emilia-Romagna di molti progetti promossi dall’Unione Europea sul Clima nell’ambito del quinto e sesto programma quadro (Accord, Stardex, Ensemble) e ha partecipato a progetti internazionali per lo studio della siccità in area mediterranea. E’ co-autore di più di 90 pubblicazioni e report interni ad ARPA-SIMC, atti di partecipazioni a congressi e articoli di tipo divulgativo nel campo della previsione meteorologica ad area locale, della climatologia e dei cambiamenti climatici. L’iniziativa è organizzata dal Gruppo Fuoritempo, dall’Amministrazione Comunale di Mondavio ed è parte integrante della manifestazione regionaleSe vuoi la pace prepara la pace promossa dall’Università per la pace delle Marche. Vede inoltre la collaborazione della Lupus in Fabula, il Coordinamento Nazionale No Triv e l’Emporio AE di Fano.

mcdonalds