Fossombrone: rifiuti abbandonati, il sindaco rimbrotta i cittadini e annuncia multe salate

Rifiuti abbandonati malamente qua e là a Fossombrone. La situazione peggiora. Il sindaco Gabriele Bonci ripete l’appello-rimbrotto come aveva già fatto qualche settimana fa. Ha postato «alcune delle foto che mi avete mandato o che avete pubblicato su Fb solo negli ultimi giorni…che dire?  Certo che spetta al Comune la gestione dei rifiuti, però basterebbero un pò di rispetto e di educazione da parte di tutti e le cose andrebbero già molto, molto meglio. Tra poco, come già detto, arriveranno altre telecamere, ma non è che possiamo metterne a centinaia. Stiamo lavorando anche per inasprire pesantemente le sanzioni, perché a quanto pare sono l’unico deterrente di una certa efficacia. Però fatemi capire una cosa: ma dentro casa vostra buttate l’immondizia per terra? No perché gli spazi pubblici non è che non sono di nessuno, ma, al contrario, sono di tutti!  Quindi cercate di avere cura della vostra città come ce l’avete di casa vostra, perché la città è la casa di tutti. Se vedete qualcuno “sporcare” in giro non abbiate paura di rimproverarlo o segnalarlo, perché è come se sporcasse anche casa vostra!  Senza la collaborazione di tutti è una battaglia persa in partenza, aiutateci a tenere la città più pulita!>>. Aggiunge il sindaco al telefono: «In giunta abbiamo deliberato l’acquisto di sette, otto telecamere per sorvegliare le isole ecologiche, ma bisognerà sempre e comunque contare sulla sensibilizzazione e sull’educazione della gente. Tra l’altro, ma i tempi non saranno brevi, pensiamo ad un’area di stoccaggio nella zona industriale di San Martino del Piano, lì si potrà accedere per ogni tipo di rifiuto anche per quelli che ad oggi devono rispettare certe cadenze settimanali. Altro provvedimento immediato è quello dell’inasprimento delle sanzioni che sono state portate al massimo e lo stesso discorso vale per quanti non raccolgono le deiezioni dei cani che portano a passeggio». Negli ultimi giorni si sono intensificati i controlli degli ispettori ambientali. Anche in periferia. Nei luoghi più nascosti dove la gente va e scarica di tutto senza criterio. Esempio eclatante la strada che porta al colle dei cappuccini dove la situazione peggiora di giorno in giorno. Di fronte al timore che di questo passo si abbiano conseguenze negative sulla percentuale della raccolta differenziata, il sindaco si è impegnato nelle prossime ore a verificare i dati in modo da poter avere il quadro esatto della situazione. Situazione preoccupante, a conti fatti. Ma i provvedimenti stanno per arrivare. Non da ultimo sarà importante studiare una campagna di sensibilizzazione che coinvolga gli alunni delle scuole come ha sottolineato il sindaco ricevendo le il consiglio comunale dei bambini.