Il Parma torna in A. C’è il “nostro” Daniele Faggiano nelle vesti di diesse dei miracoli

Il Parma in soli tre anni è tornato nel massimo campionato di calcio dopo essere finito tra i dilettanti. Tra i protagonisti della scalata un volto noto del Montefeltro, pugliese, ex studente all’Università di Urbino, laureato nella città ducale a marzo scorso ed ex giocatore (portiere) di Lunano, Cantiano, Peglio, Belforte, Belligotti, Flaminia ’94, Atletico Acqualagna e infine Avis Montecalvo. E’ l’attuale diesse del Parma Daniele Faggiano. E dalla nostra provincia arrivano le congratulazioni per questo nuovo traguardo raggiunto. Un personaggio che ogni tanto ritorna a trovare vecchi amici, dove ha lasciato un bel ricordo. Ricordo che fa rima anche con un episodio che lo portò a quell’epoca agli onori della cronaca. Spesso i tifosi avversari lo etichettavano in tribuna (o sulle gradinate e/o greppi di campi sportivi) come “Terrone, Terrone”. Lui come rispose? Si fece, in modo goliardico, confezionare la maglia da portiere con la scritta «Terrone» sulle spalle con cui giocò diverse gare. E finì anche sulle pagine della Gazzetta dello Sport. Daniele è già proiettato al futuro, alla serie A: “Stiamo lavorando ad ampio raggio, arriverà qualche straniero e giovane interessante, e qualche collaborazione con delle società di A per far maturare dei ragazzi. Di certo, il nuovo Parma non farà follie. Ricostruiremo per mantenere la categoria senza prendere giocatori che non ci possiamo permettere, come accadde in passato. Bisognerà fare delle scelte senza cuore”.

mcdonalds