Urbino, a colloquio con la scienza: Antonio Becchi e Leonardo da Vinci. Giovedì 24 maggio a Palazzo Albani la prima delle “Pedretti Lectures”

Giovedì 24 maggio alle 17,30 nell’Aula B3 (Clemente XI) di Palazzo Albani in Via Timoteo Viti, 10 Urbino si aprirà il ciclo delle “Pedretti Lectures” dedicate a Leonardo da Vinci, con la conferenza del professor Antonio Becchi (Max-Planck-Institut für Wissenschaftsgeschichte, Berlin) che parlerà del “Leonardo’s Code-x. The Strange Case of the Earl of Lytton”. Le Pedretti Lectures sono un ciclo di conferenze interdisciplinari sul rapporto tra arte, scienza e tecnica, con particolare riferimento all’opera di Leonardo da Vinci e alle sue implicazioni nei confronti dell’umanesimo scientifico e della scienza galileiana. Il nostro Ateneo, insieme alla Fondazione Rossana e Carlo Pedretti, ha istituito le  Pedretti Lectures per onorare la memoria del più grande studioso dell’opera leonardiana, Carlo Pedretti, laureato honoris causa dalla nostra Facoltà di Lettere e Filosofia fin dagli anni ’90, con il quale il nostro Ateneo ha mantenuto e incrementato una intensa e feconda collaborazione fino alla sua improvvisa scomparsa.

Antonio Becchi lavora al Max-Planck-Institut für Wissenschaftsgeschichte (Berlino). Le sue ricerche si sono concentrate sulla storia della meccanica teorica e applicata, il rapporto tra meccanica e architettura, la storia del costruire. E’ co-fondatore dell’Associazione Edoardo Benvenuto per la ricerca sulla scienza e l’arte del costruire (1999) e della Bibliotheca Mechanico-Architectonica (2007); dal 2010 è membro del comitato editoriale della Max Planck Research Library for the History and Development of Knowledge e co-direttore della collana Between Mechanics and Architecture (Edizioni di Storia e Letteratura, Roma); dal 2012 è membro corrispondente dell’International Academy of the History of Science e membro del Construction History Society Trustees and Management Committee; dal 2014 è membro del Consiglio d’amministrazione dell’Association Francophone d’Histoire de la Construction. Recenti pubblicazioni: Naufragi di terra e di mare. Da Leonardo da Vinci a Theodor Mommsen, alla ricerca dei codici Albani (Roma, 2017); Guidobaldo del Monte (1545-1607). Theory and Practice of the Mathematical Disciplines from Urbino to Europe (con D. Bertoloni Meli e E. Gamba, Berlino, 2013); Philippe de La Hire (1640-1718). Entre architecture et sciences (con H. Rousteau-Chambon e J. Sakarovitch, Parigi, 2013).

Uniurb