Forum Provinciale per i Beni Comuni: “Necessaria una gestione dei rifiuti tendente alla strategia Rifiuti Zero”

È stato  positivo il secondo incontro del Forum Provinciale per i Beni Comuni con gli amministratori dei Comuni componenti l’Autorità Territoriale di Ambito, (tutti i Comuni delle provincia e il Comune di Sestino), soggetto al quale spettano le scelte inerenti la gestione dei rifiuti nel nostro territorio. Gli amministratori che hanno partecipato hanno potuto ascoltare il dr. Raphael Rossi, amministratore unico di Formia Rifiuti Zero, tecnico di grande esperienza del settore, portare esempi virtuosi di gestione dei rifiuti in tutta Italia, in qualche caso delle vere e proprie eccellenze. Il messaggio che voleva e vuole ribadire il Forum, è che anche nella nostra provincia è possibile attuare una gestione dei rifiuti tendente alla strategia Rifiuti Zero: porta a porta spinto che genera percentuali di raccolta differenziata alte e qualità massima, a differenza dei sistemi applicati a tutt’oggi in provincia. Raccolta differenziata che garantisce anche una elevata percentuale di riciclo delle frazioni merceologiche raccolte, diminuzione dei costi, uso sempre minore delle discariche per lo smaltimento residuale. Una direzione che ci appare ambigua e diversa è quella invece presa dall’ATA con l’approvazione del Documento Preliminare al Piano d’Ambito nel marzo 2017, anticipato da ed un fulmineo accordo di programma formalizzato due giorni dopo, che consente il riempimento veloce  della discarica di Ca’ Lucio con solo rifiuti speciali provenienti anche da fuori ambito. Non a caso la Regione Marche, con la Verifica di Congruità inviata all’ATA nel luglio 2017, boccia il documento approvato, esplicitando nettamente che non sono consentite scelte impiantistiche scollegate da una gestione ottimale ma derivanti da mere logiche finanziarie: è il caso questo dell’impianto di Trattamento Meccanico Biologico sovradimensionato del 50% previsto per Ca’ Asprete e, inevitabilmente, il conferimento in discarica di quantità di rifiuti speciali oltre i limiti consentiti. Ci ha fatto piacere vedere finalmente in questo incontro il presidente ATA Tagliolini. Ne auspichiamo, però, la presenza anche in ulteriori incontri per approfondire le motivazioni  che hanno portato l’assemblea dei sindaci all’approvazione del documento preliminare. Vorremmo chiedere al presidente Tagliolini come mai da luglio 2017 ad oggi non ha ancora inviato ai sindaci la Verifica di Congruità della Regione? Come mai non è stata convocata l’ATA e nemmeno il gruppo di lavoro composto da alcuni sindaci per esaminare il parere della Regione? E ancora: sembra che il presidente Tagliolini sia andato a discutere la questione in Regione solo con quattro di questi sindaci. Perché escludere tutti gli altri? A queste domande speriamo che soprattutto i sindaci ottengano risposta.

Forum Provinciale per i Beni Comuni
mcdonalds