Bisonni: “Vitalizi in Regione, i partiti si giustificano. Quando la toppa è peggio del buco”

Martedì in Consiglio regionale è arrivata la proposta di legge Bisonni sul taglio dei vitalizi che se approvata avrebbe fatto risparmiare ai marchigiani quasi un milione di euro ogni anno, ma il Consiglio regionale nel disperato tentativo di bloccarla è ricorsa a quella che Bisonni definisce “l’ultima spiaggia per ostacolare l’azione legislativa” ossia alla cancellazione dell’atto con lo strumento della questione pregiudiziale. Nel tentativo di giustificare questo “gravissimo atto di forza” il PD, il M5S e la Lega hanno diramato nella giornata di ieri i loro comunicati stampa. La replica di Bisonni però è impietosa:”leggo nella rassegna stampa di oggi patetici tentativi da parte dei partiti di giustificare la loro scelta che ha cancellato dalla discussione, e di fatto respinto, la mia proposta per il taglio dei vitalizi. E’ ovvio che la mia proposta del 2017 non fa che sottolineare il loro immobilismo in tema di vitalizi, così mentre il PD è volutamente fermo dal 2016, gli altri si sono ricordati di questo tema solo nel 2018.” “Come anche fa ridere, continua Bisonni, la scusa addotta che non si poteva discutere la mia proposta perché ce ne sono altre ferme, questo è ridicolo in quanto la discussione non avrebbe impedito alla Commissione di trattare le altre che per di più sostengono cose diverse in quanto la mia proposta è l’unica che opera un taglio, mentre le altre chiedono lo spostamento a 65 anni e il divieto di cumulo”.

Sandro Bisonni

“Nei loro comunicati stampa i partiti sostengono, insiste Bisonni, che avrei dovuto aspettarmi una bocciatura, e quasi me ne additano una colpa per aver portato avanti la mia legittima azione legislativa. Per fare una analogia è come se una persona ti scagliasse un pugno in faccia e poi sostenesse che la colpa è tua perché dovevi aspettarti quel pugno in faccia. Ma i Marchigiani non si faranno ingannare da queste ridicole acrobazie, perché è fin troppo chiaro che i partiti, anche quelli più demagogici, non hanno la reale volontà di tagliare i vitalizi. Leggete la proposta del m5s e troverete scritto all’art.3 che i consiglieri possono rinunciare al vitalizio…acqua fresca”. “Per quanto mi riguarda, conclude Bisonni, proseguirò la battaglia contro i vitalizi; sono già al lavoro per riscrivere una nuova proposta ancora più efficace della prima e poi vedremo se ancora una volta avranno il coraggio, o la vergogna, di bocciarla”.