Disturbi comportamento alimentare: potenziato il dipartimento di Galantara

Biancani: “Cresce il numero di pazienti, garantita l’assunzione di un secondo psicologo, un dietista e un dirigente medico psichiatra”
Andrea Biancani (Pd)

«Sarà assegnato ulteriore personale all’Unità operativa dipartimentale dei Disturbi del comportamento alimentare di Pesaro». Lo annuncia il consigliere regionale Andrea Biancani (Pd) che con un’interrogazione aveva segnalato la necessità di rafforzare lo staff assegnato alla struttura di Galantara. Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio regionale, è arrivata la risposta con la rassicurazione dell’Asur-Area Vasta 1 sul potenziamento dell’organico. «Un anno fa – racconta Biancani, da tempo impegnato a sostenere la struttura – avevo richiesto che l’ambulatorio DCA fosse riconosciuto Unità operativa dipartimentale e nel luglio scorso è arrivato il riconoscimento ufficiale che ha consentito un suo rafforzamento”. “Purtroppo – prosegue – i disturbi del comportamento alimentare sono sempre più diffusi, come dimostra l’aumento dei pazienti in cura anche nella nostra provincia, e cittadini e associazioni mi hanno segnalato la necessità di aumentare il personale assegnato al centro. Per questo, poco più di un mese fa, ho presentato una nuova interrogazione e ieri in Aula è arrivata la risposta positiva. E’ prevista l’assunzione di un secondo psicologo, di un ulteriore dirigente medico psichiatra ed è stato attivato l’iter concorsuale per il dietista». L’ambulatorio dei DCA è presente a Pesaro dal 1999 e si è sempre contraddistinto per l’elevato afflusso di pazienti, anche da fuori provincia e da fuori regione. Nel 2016 sono stati presi in carico 216 casi, nel 2017 sono passati a 246. Dopo il riconoscimento a Unità operativa dipartimentale, il centro ha visto ulteriormente crescere la sua attività. “Sono molto soddisfatto della risposta ottenuta e ringrazio il presidente Ceriscioli per l’impegno dimostrato – conclude Biancani – La struttura di Galantara garantisce alla comunità un servizio fondamentale, con visite mediche, percorsi di psicoterapia, riabilitazione alimentare, terapia farmacologica. L’assegnazione di nuovo personale è un ulteriore riconoscimento alla professionalità e alla competenza dimostrate da questo centro altamente specializzato”.