Pergola Unita: “Il Palazzo Malatesta diventi il luogo dal quale far ripartire il rilancio del centro storico”

Ci sono stati diversi esempi in questi anni di importanti e apprezzabili riqualificazioni, che non hanno però prodotto un vero effetto di aiuto alle criticità del nostro centro storico. Torniamo quindi ancora una volta sul tema centro storico e vogliamo questa volta (ri)portare l’attenzione sui ben 1.350.0000 euro assegnati al comune di Pergola grazie al progetto del 2016 (governo Renzi) “Bellezz@ – recuperiamo i luoghi culturali dimenticati”, per la riqualificazione ed il recupero del Palazzo Malatesta, che a Pergola è da tutti conosciuto come le “vecchie carceri” . Lo abbiamo voluto fare nei giorni passati inviando anche ai giornali locali un nostro articolo pbblicato questa mattina (Corriere Adriatico) perché riteniamo senza ombra di dubbio che questa opportunità rappresenti un fattore determinante per la riqualificazione e lo sviluppo di tutto il centro storico, tema a noi molto caro (il palazzo si trova alle spalle del comune, dietro Foro Valerio). Riteniamo che la destinazione d’uso che verrà decisa per il Palazzo Malatesta, una volta che questo sarà stato riqualificato, sarà infatti decisiva per il rilancio del centro storico. Una delle criticità fondamentali del centro, evidenziata da residenti e commercianti, è infatti proprio quella di riportare persone a vivere il centro. Dobbiamo essere certi quindi che questi soldi verranno indirizzati in un progetto di riqualificazione che preveda prima di tutto un utilizzo dell’immobile con questa finalità: favorire l’afflusso di persone verso il centro storico evitando di sciuparlo per altro.
In città circolano da tempo voci che il palazzo potrebbe essere adibito ad archivio comunale o comunque a un ampliamento degli uffici. Siamo spaventati da questa idea che speriamo sia priva di fondamento perché sarebbe una grossa beffa, gettando al vento un’opportunità così importante. Non è sufficiente il recupero e la riqualificazione funzionale ed estetica, ma è necessario individuare per cosa e come utilizzare l’immobile affinchè diventi un traino e un concreto aiuto alla risoluzione delle difficoltà strutturali del centro. Del progetto di riqualificazione, per lo meno fino a pochi giorni fa quando ci siamo informati in Comune, non risulta ancora esserci traccia, i fondi sono stati ottenuti infatti semplicemente attraverso la compilazione della scheda di partecipazione che non chiarisce nessuna specifica in dettaglio.
Di questi giorni alcuni post dell’amministrazione che però non ne chiariscono alcun dettaglio. Molti cittadini ci fermano per strada con idee e spunti di riflessione a riguardo: chi suggerisce di crearci un luogo a disposizione di tutte le associazioni pergolesi, chi un luogo di aggregazione per i giovani e un polo culturale, altri addirittura sostengono l’idea di progettarci un ostello comunale o una nuova sezione di qualche istituto scolastico, ecc… Tutti consapevoli che è fondamentale cogliere bene un’occasione così importante, che difficilmente capiterà di nuovo. Per questo, ritenendo da sempre la condivisione come elemento fondamentale sui principali temi che riguardano la vita della cittadina, chiediamo ufficialmente all’amministrazione comunale l’apertura di un tavolo di confronto sul tema, dove, insieme ai cittadini, in trasparenza, si possa trovare la migliore idee.
Questa è un’opportunità che non possiamo bruciare e alla quale dobbiamo prestare massima attenzione, la stessa attenzione che deve essere data a tutte quelle iniziative che, come sosteniamo da sempre, devono essere messe in campo quanto prima per la rivitalizzazione del centro storico e per le quali stiamo offrendo alla cittadina da tempo idee sintetizzate nel nostro progetto chiamato #ricentriamoci.

Pergola Unita