Compra un ovulo con trenta grammi di cocaina ma trova solo pasta. Arrestato, patteggia in attesa del processo

E’ stato trovato in possesso di un ovulo al cui interno, di primo acchito era sembrato che ci fossero trenta grammi di cocaina pagati mille 700 euro. Ad un più attento esame del narcotest quella polvere bianca altro non era che semplice pasta costata un occhio della testa. E’ finito nei guai B.S., trentenne che orbita nell’area di Calcinelli di Saltara, già noto alle forze di polizia per traffici legati allo spaccio di sostanze stupefacenti. E’ incappato ancora una volta nelle rete dei controlli messi in atto dai carabinieri di Colli al Metauro al comando del luogotenente Antonello Pannaccio. A seguito di perquisizioni nell’appartamento del trentenne sono saltati fuori altri 18 grammi di cocaina, stavolta di ottima qualità, oltre a bilancini e strumenti idonei per il taglio e il confezionamento di dosi da immettere sul mercato locale. L’uomo, fermato e tratto in arresto ha patteggiato in attesa del processo fissato per l’8 maggio. E’ tornato a piede libero. Le indagini proseguono alla ricerca dello spacciatore-truffatore.