Colli al Metauro: Museo del Balì, dalla Regione 24 mila euro per il rinnovamento

Il vice presidente del Consiglio regionale, Renato Claudio Minardi ha proposto e fatto inserire nell’ultima legge di stabilità regionale, il contributo di 24 mila euro, per il rinnovamento del museo del Balì, inquadrato nel piano triennale della cultura. Un piano che individua, tra i suoi principi generali, la cultura come sviluppo della funzione educativa. <<Il museo del Balì rappresenta una eccellenza unica nella regione per le sue specificità scientifiche, culturali e turistiche. Un patrimonio che appartiene a tutte le Marche e che per questo va incentivato e promosso. L’iter, ha portato all’individuazione di questo progetto ritenuto speciale per la Regione che intende investire nella conoscenza, valorizzando il patrimonio culturale del suo territorio>>. Il Balì, censito dalla regione Marche, assieme alle altre quattrocento strutture museali è il primo e unico museo della scienza “Hands on” delle Marche e permette a tutti di avvicinarsi alla conoscenza scientifica attraverso un approccio informale, ludico e pratico in un percorso interattivo che consente al visitatore di sperimentare e apprendere con curiosità e divertimento secondo il motto “giocando s’impara”. Intanto i visitatori al museo, nel solo giorno di Pasquetta, con orario continuato, sono più che raddoppiati rispetto allo scorso anno superando quota mille 250. Il presidente Alighiero Omicioli commenta che <<meglio di così non poteva andare. Il prossimo appuntamento, dopo quello del 25 aprile è fissato per il primo maggio. Sono più che mai convinto che quest’anno toccheremo quota 60 mila persone al Balì>>.