Il weekend delle bocce marchigiane, tutti i risultati

Gare nazionali

GP MORROVALLE-MEMORIAL BEDINI (Circuito élite individuale)

Grandissimo spettacolo a Morrovalle per il “16° Gran Premio Città di Morrovalle – 9° Memorial Luigi Bedini”, altra gara del circuito nazionale élite di bocce nello splendido calendario marchigiano che, in questa primavera, propone molti di questi appuntamenti con tutti i migliori giocatori italiani. Ad imporsi è stato il 34enne Andrea Cappellacci, numero 8 della classifica nazionale, fanese di origine, ma tesserato con il Gs Rinascita Budrione (Modena). Molto bello il percorso di Cappellacci nel torneo che vedeva 128 giocatori al via. In particolare, nei quarti di finale, il rappresentante del Gs Rinascita ha surclassato con un netto 12-3 il campione d’Italia Mirko Savoretti e poi, in semifinale, ha eliminato Gianluca Manuelli (Montegridolfo), un altro dei top players italiani, con il punteggio di 12-7. In finale Cappellacci ha trovato il giocatore del Montegranaro Matteo Angrilli che aveva compiuto un brillantissimo cammino, salvandosi negli ottavi di finale con un 12-11 contro Giovanni Iacucci (San Cristoforo Fano) per poi proseguire fino all’atto decisivo dopo aver battuto Maurizio Ascani (Ancona 2000) nei quarti e Aron Rocchetti (Moscianese) in semifinale. In finale Cappellacci si portava in vantaggio 9-4, Angrilli era bravo a riavvicinarsi fino al 10-9 per il suo avversario, ma poi Cappellacci chiudeva 12-9 con due ottime bocciate consecutive. E’ stata una grande giornata di sport nel bocciodromo di Morrovalle, affollato di pubblico appassionato e competente. Si è trattato di una vera e propria prova generale per i campionati italiani senior che lo stesso bocciodromo ospiterà nel mese di giugno, appuntamento per cui Morrovalle, rappresentata alle premiazioni dal vice sindaco Andrea Staffolani, ha dimostrato di essere già pronta.

CAMPIONATI ITALIANI DIVERSAMENTE ABILI A CIVITANOVA MARCHE

Massimo Magnarelli, marchigiano di Castelfidardo, tesserato con l’associazione Anthropos di Civitanova, si è laureato per la quarta volta campione d’Italia nella categoria élite di bocce riservata ai diversamente abili. I campionati italiani Fib-Fisdir si sono svolti nel weekend al bocciodromo Fontespina di Civitanova Marche e sono stati organizzati proprio dalla Anthropos, la società presieduta da Nello Piermattei. Quasi 100 atleti iscritti in rappresentanza di 11 società arrivate da tutta Italia per gareggiare in individuale e in coppia in quattro diverse categorie: élite, agonistico, C21 (ragazzi down) e promozionale. Proprio nella categoria élite la vittoria è rimasta nelle Marche grazie a Massimo Magnarelli, confermatosi campione per la quarta volta nella sua straordinaria carriera. In finale, Magnarelli, allenato da Silvio Bonfiglio, ha avuto la meglio 9-4 sul goriziano Ilario Patruno al termine di un match sempre ben controllato dall’esperto e fortissimo giocatore della Anthropos. Nella manifestazione, magnificamente organizzata dalla bocciofila Fontespina, non sono mancate altre lusinghiere affermazioni per i giocatori marchigiani. Nella categoria C21, in particolare, grande protagonista è stato il fanese Manuel De March che ha vinto sia l’individuale, sia la coppia insieme a Manuel Anniballi, suo compagno di società (la Aispod Fano). Altre affermazioni per atleti della Aispod Fano e della Anthropos Civitanova sono arrivate nella categoria promozionale.

SERIE A SQUADRE

E’ arrivato con due giornate d’anticipo il verdetto finale per la serie A a squadre di bocce, specialità raffa. Campione d’Italia per la stagione 2017-2018 e il Boville Marino. I laziali hanno sconfitto 2-0 il Montegranaro e hanno approfittato del pareggio 1-1 della CDM Vallefoglia contro l’Alto Verbano. Va comunque fatto un applauso alla squadra di Colbordolo che, da neopromossa in serie A, è riuscita a lottare fino alla fine per il titolo. Ora, con 6 punti di ritardo a due giornate dal termine e con lo svantaggio nei confronti diretti, per gli uomini di coach Anselmo Druda non c’è più nulla da fare.

GARE REGIONALI

COPPA CITTA’ DI PORTO SAN GIORGIO (individuale cat. A, coppie cat.B-C)

Belle gare alla Bocciofila Sangiorgese per la cinquantaseiesima edizione della Coppa Città di Porto San Giorgio, Tre le categorie in campo: quella A nell’individuale, mentre le categorie B e C gareggiavano nella coppia. Direttore di gara Giuseppe Veneruso. Nell’individuale A, 56 giocatori al via e successo per Simone Renzi (Montesanto Potenza Picena) che in finale ha sconfitto Paolo Campanari (Sangiustese). Una finale al cardiopalma, chiusasi 12-11 in 75 minuti di gioco. Nell’ultima giocata, Renzi metteva a segno i 2 punti che servivano per effettuare il sorpasso decisivo sull’avversario proprio in extremis. Nella gara a coppie di categoria B, 64 formazioni al via e vittoria per Luigi Ballini-Massimiliano Di Battista (Montegranaro) che hanno preceduto Franco Bocci-Massimo Gravucci (Amandolese). Finale con poca storia chiusasi 12-5. Nella gara per coppie di categoria C, 64 formazioni al via e successo per Angelo Cassarino-Giuseppe Giovannucci (La Sportiva Castel di Lama) che hanno preceduto Rolando CalvigioniMoreno Severini (Corridonia), sconfiggendoli in finale con un netto 12-3.

TROFEO IL GIOIELLO-TROFEO BUFARINI A CHIARAVALLE (coppie cat.A-B-C)

Bei successi delle formazioni della Bocciofila Ancona 2000 nel Trofeo Il Gioiello-Trofeo Bufarini, gara per coppie di categorie A-B-C, diretta da Giuseppe Nori, le cui finali si sono svolte sabato 21 aprile sulle piste della Bocciofila Chiaravallese. In particolare, le coppie dell’Ancona 2000 si sono imposte nella categoria A e nella categoria C, mentre nella categoria B si è imposta una formazione della Bocciofila Bar Cardelli di Monsano. Nel dettaglio, erano 48 le coppie iscritte alla categoria A con vittoria per Maurizio Ascani-Marco Cesini (Ancona 2000) che in finale hanno avuto la meglio per 12-8 su Manuel Gattari-Marco Sabbatini (Fontespina Civitanova). Bella la rimonta della coppia anconetana che, trovatasi in svantaggio 6-8, ha infilato 6 punti consecutivi in quattro giocate per aggiudicarsi il match. Nella categoria B erano 72 le formazioni iscritte e successo per Ennio Palpacelli-Antonio Stortoni (Bar Cardelli Monsano) davanti a Paolo Barucca-Sandro Spadoni (Cesanella). La finale si è conclusa 12-9 in 65 minuti fi gioco. Nella categoria C, 56 coppie ai nastri di partenza e successo per i fratelli Marco e Mirco Caimmi (Ancona 2000) su Stefano Petrolati-Dario Tarsi (Cesanella). Finale combattutissima durata 75 minuti. Si arrivava all’ultima giocata sull’ undici pari, ma alla fine gli anconetani mettevano a segno il punto decisivo.