Fano, Noi Giovani: “Approvato un bilancio consuntivo ricco di investimenti per la città”

Durante l’ultimo Consiglio Comunale abbiamo approvato un bilancio consuntivo ricco di investimenti per la città. Sono stati confermati, come da previsione, importanti stanziamenti per impianti sportivi e riqualificazione urbana. Interventi che la nostra città non vedeva da tantissimi anni. Un risultato che purtroppo anche stavolta l’opposizione è riuscita a strumentalizzare con dei falsi emendamenti, tra cui un ipotetico storno di risorse per la Fano dei Cesari preso dal fondo di riserva. E’ curioso come fino a qualche tempo fa l’opposizione si “opponesse” al prendere finanziamenti dal fondo di riserva, mentre oggi si propone essa stessa di farne uso per questo evento, nonostante sia stato preso un impegno preciso per garantire l’evento sulla romanità. E’ da evidenziare inoltre che, non a caso, gli emendamenti avevano parere tecnico contrario, essendo l’organo esecutivo quello predisposto a decisioni riguardanti il fondo di riserva del Comune. Viene da chiedersi se la minoranza sia ancora disposta a garantire l’impegno di continuità per la Fano dei Cesari proposto dal Sindaco. Noi Giovani abbiamo sempre creduto in questo evento caratteristico, avendo portato avanti la proposta di ripristino da ormai più di tre anni. Oggi, finalmente, riavremo questo evento che, lo stesso centrodestra aveva abolito durante il loro mandato, con la scusa di non poterne garantire gli stanziamenti necessari. Nonostante la maggiore solidità finanziaria di cui godessero allora e nonostante avessero portato al massimo la tassazione comunale, in particolare sull’addizionale Irpef, aumentata al massimo imponibile nel lontano 2005 dalla giunta Aguzzi e mai rivista da allora. A ciò si aggiunge anche la bocciatura da parte di tutte le minoranze del progetto della nuova piscina. Il motivo? Perché non convinti dalla zona e dal tipo di finanziamento misto, avendo la partecipazione di finanziatori privati. A questo punto viene da chiedersi una cosa: il centrodestra sta forse abbracciando una nuova identità “marxista”, con la quale preferiscono mortificare qualsiasi tipo di iniziativa privata volta a portare investimenti importanti sul nostro territorio? E’ vero che oggigiorno i partiti e le ideologie stiano affrontando una forte crisi d’identità, mista a un “superamento” dei vecchi schemi ideologici. Ma da qui ad arrivare a diventare delle formazioni perplesse sugli eventi che potrebbero contraddistinguere la nostra città e cercare di ostacolare importanti finanziamenti per opportunità che Fano aspetta da decenni, questa “destra storica” delle tasse e dell’anti-privato sta superando qualsiasi schema politico, dando inoltre un’idea di città che non voglia investire e non voglia innovarsi.

Mattia De Benedittis – Consigliere Comunale “Noi Giovani”
Presidente IV Commissione – Bilancio, tributi e partecipate