Fano, venerdì la presentazione di “Tutta la mia vita è stata una lotta”, l’autobiografia di Sabine Cansiz

“La storia di Sakine Cansız (Sara) è la storia di una delle fondatrici  del movimento di liberazione curdo, fra le poche donne  che hanno partecipato alla fondazione del PKK”

Venerdì 20 aprile alle ore 17.30 a Fano,  Sala della Concordia, presso la residenza municipale, nell’ambito della rassegna ANPI “Una mattina mi son svegliat*”, si tiene la presentazione di “Tutta la mia vita è stata una lotta”, l’autobiografia di Sabine Cansiz, militante curda, con Osrem Tanrikulu, presidente dell’Ufficio informazioni Curdi in Italia , UIKI. Verranno inoltre dati aggiornamenti sulla Resistenza curda. Introduce e modera Lia Didero. “La storia di Sakine Cansız (Sara) è la storia di una delle fondatrici  del movimento di liberazione curdo, fra le poche donne  che hanno partecipato alla fondazione del PKK. La sua autobiografia mostra come le donne nella società feudale kurda  si siano avvicinate e organizzate nella lotta di liberazione,  quali passi abbiano intrapreso e quale enorme prezzo  abbia dovuto essere pagato per questo. Perché il percorso di autonomia dei cantoni di Afrin, Rojava e Cizire  che il regime fascistoide di Erdogan sta tentando di soffocare nella guerra parla a tutte e tutti noi di un cambiamento sociale ed economico  che procede dal basso e non dall’alto, della costruzione di una autonomia confederale non statale. Sara Sakine Cansız è stata uccisa a Parigi,  il 9 gennaio 2013, insieme alle sue giovani compagne Fidan Doğan  e Leyla Şaylemez.  La resistenza kurda ha combattuto, e vinto, gli integralisti  dell’ISIS ma ora la popolazione di Afrin viene deportata, dopo un lungo assedio, dalla sua terra.” La presentazione replicherà in serata, a Pergola, alle ore 21.30, presso il Centro sociale Squola, in via Arrigoni. Durante le iniziative sarà possibile contribuire alla  campagna per l’aiuto ai cittadini kurdi sfollati a causa degli attacchi del regime turco  nell’area di Afrin. Si tratta di centinaia di migliaia di persone per le quali viene approntata l’accoglienza.  Le somme raccolte andranno interamente versate a tal fine nell’ambito dell’iniziativa internazionale #AiutaAfrin.

Alternativa libertaria – sez. Silvia Francolini,  Fano/Pesaro.