Laboratorio per la cooperazione tra i comuni delle aree interne; il 19 e 20 aprile a Cagli e Fonte Avellana

Organizzato dal Comitato nazionale aree interne e dal FORMEZ PA, il seminario interattivo è rivolto ai vertici e agli amministratori comunali per avviare un primo confronto sui cambiamenti organizzativi richiesti

Il presidente dell’Unione montana del Catria e Nerone Francesco Passetti

Diffondere una maggiore consapevolezza sulle opportunità di crescita offerte dalla Strategia nazionale aree interne (SNAI) e favorire il confronto tra vertici e amministratori comunali sul percorso di sviluppo associativo più appropriato per i territori dell’Appennino Basso Pesarese – Anconetano. Sono questi i principali obiettivi del seminario Co-working SNAI: laboratorio interattivo per la cooperazione inter-istituzionale nell’Area Interna Appennino Basso Pesarese – Anconetano che si terrà il 19 e il 20 aprile prossimi, rispettivamente a Cagli (Ridotto teatro ore 15) e Fonte Avellana (Monastero ore 9). L’incontro è stato organizzata dal Comitato nazionale aree interne e dal FORMEZ PA, con la collaborazione dell’Unione Montana Catria Nerone. L’area è composta da 9 comuni, sette nella provincia di Pesaro e Urbino e due nella provincia di Ancona. Sei di questi sono associati nell’Unione Montana Catria Nerone. L’area è stata la prima, fra le partecipanti alla SNAI, a raggiungere il traguardo della firma dell’Accordo di Programma Quadro, passo che dà il via alla attuazione dei progetti previsti con la mobilitazione di 9 milioni e 750mila euro, tra risorse nazionali e fondi strutturali. Il rafforzamento amministrativo dei comuni e la gestione associata sono stati individuati come gli elementi chiave per la realizzazione degli interventi e parte integrante della stessa Strategia d’area.  L’iniziativa punta a far incontrare tutti gli attori dei 9 comuni coinvolti – decisori, vertici amministrativi, personale tecnico e amministrativo – per avviare una prima collaborazione attraverso un confronto sul cambiamento organizzativo richiesto. Il laboratorio sarà articolato in due momenti. Un primo in cui saranno illustrati finalità, obiettivi e innovazione della SNAI e la sua declinazione nei territori dell’Appennino Basso Pesarese – Anconetano. Un secondo, laboratoriale, di autoformazione e autoapprendimento sulla base di metodologie di service design, che prevede la composizione di tavoli “aperti” guidati da facilitatori per far emergere esigenze, criticità, richieste e soluzioni di carattere gestionale e organizzativo a partire dalle azioni previste nella Strategia d’area, in un clima improntato sulla fiducia e la collaborazione.

Appuntamento il 19 aprile ore 15 Ridotto Teatro comunale, Cagli 
20 aprile, ore 9 Monastero di Fonte Avellana, Serra Sant'Abbondio