Fermignano: Palio della Rana numero 54, cresce l’attesa! Si comincia domani

Un’immagine delle passate edizioni

Ci siamo. La tensione sale di giorno in giorno. Stiamo parlando della nuova edizione del Palio della Rana, in cui gli scarriolanti delle 7 contrade cittadine dovranno percorrere 170 metri a tutta velocità con una rana appoggiata su una carriola di legno. Una gara sentitissima, tre giorni di festeggiamenti. Quella del 2018 sarà la 54esima edizione del Palio. Da tre d’anni la manifestazione è letteralmente rinata: le taverne, con musica dal vivo di livello e ottimo cibo, sono diventate un appuntamento fisso per i giovani di tutto l’entroterra. Santa Barbara che ha vinto nel 2017, ha già riconsegnato a malincuore il trofeo alla pro loco. E ogni contrada sogna già di vincerlo domenica  8 aprile. La festa inizia venerdì sera (6 aprile), con l’apertura delle taverne delle contrade in gara. Fino a domenica, ogni giornata prevede giochi di fuoco, combattimenti in costume, tornei di arcieri e di tamburi e mercatini d’artigianato. Gran finale domenica sera con il meraviglioso “Incendio della Torre e del Ponte”, lo spettacolo di fuochi d’artificio e musica che illuminerà a giorno i due simboli della cittadina. Con una contrada che avrà un motivo in più per saltare di gioia. Ricordiamo che il Palio affonda le sue radici nel lontano 1607, quando il Castello di Fermignano ottenne dal Municipio di Urbino il permesso di autogovernarsi: fu così che gli abitanti festeggiarono l’evento la domenica successiva alla Pasqua con banchetti, canti e giochi come la corsa coi sacchi, tiro alla fune, l’albero della cuccagna e la corsa della rana in carriola.