Fano, 21enne rumena finisce in carcere per furto

 Personale della polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Fano, nell’ambito di un’operazione che ha visto anche il coinvolgimento della Polizia locale di Fano, ha denunciato in stato di libertà per furto aggravato in concorso fra loro, due cittadini rumeni, rispettivamente un uomo di anni 31 ed una donna di anni 21, residenti a Roma, già noti alle Forze dell’Ordine e specializzati i colpi ai danni di esevcizi commerciali. L’attività prendeva spunto da un controllo effettuato da operatori della Polizia Locale di Fano che nel pomeriggio del 27 marzo scorso, in quel V.le I Maggio, fermavano per una verifica un’autovettura Ford di passaggio, a bordo della quale si trovavano i due stranieri. Nella circostanza gli agenti, insospettitti dall’atteggiamneto della coppia, decidevano di approfondire il controllo avvalendosi della collaborazione del personale del Commissraiato di P.S. di Fano. Fra l’altro gli accertamenti si estendavano alla presenza di numerose confezioni nuove di profumi pregiati, per un valore totale di circa 3000 euro, che venivano rinvenuti dai poliziotti dentro l’abitacolo, oltre ad una borsa da donna il cui interno risultava essere stato schermato con fogli di alluminio, tecnica solitamnete utilizzata per eludere i sistemi antitaccheggio dei negozi. Il prosieguo delle indagini consentiva di appurare la provenienza furtiva dei profumi, risultati esse stati sottratti dalla 21 enne in questione da due esercizi commerciali in provincia di Ancona con la complicità del suo connazionale con funzione di “palo”, proprio utilizzando la borsa modificata per superare indenne il sistema di allarme. La donna, in avanzato stato di gravidanza, risultava inoltre essere destinataria di un provvedimento di custodia cautelare in carcere per furto emesso dall’Autorità Giudiziaria di Roma. Per tale motivo veniva tratta in arresto e condotta presso la Casa Circondariale di Villa Fastiggi.

 

mcdonalds