Biancani: “Tariffa puntuale: più differenziata, meno rifiuti in discarica, più rispetto per l’ambiente”

Andrea Biancani (Pd)

“L’Assemblea legislativa ha approvato ieri alla unanimità, la legge sulla Tariffa puntuale sui rifiuti. Un passo fondamentale per ridurre sempre di più la quantità che va in discarica coinvolgendo i Comuni con l’obiettivo di aumentare la raccolta differenziata, ridurre la quantità di rifiuti che vanno in discarica e migliorare il nostro ambiente. L’obiettivo è far si che i cittadini paghino in base ai rifiuti realmente prodotti”. La notizia viene dal Consigliere regionale, Andrea Biancani, Presidente della Commissione Ambiente della Regione e relatore della legge. “Le Marche sono al terzo posto in Italia per raccolta differenziata – afferma Biancani – e con questa legge potremo limitare ancora la quantità di rifiuti prodotti invitando i cittadini ad attuare un consumo più sostenibile e l’uso di prodotti compostabili con una quantità minore di imballaggi. La tariffa puntuale, infatti attiva un sistema di quantificazione dei rifiuti prodotti da una singola utenza che consente di calcolare quindi una tariffa proporzionale a questa quantificazione e alla fruizione del servizio”. Il decreto ministeriale stabilisce che siano i Comuni a definire i criteri per l’attivazione della tariffa e la Regione, per quanto di sua competenza, ha individuato con la legge gli indirizzi per porre gli enti locali nelle condizioni migliori per applicare la normativa statale.

“La legge prevede inoltre la realizzazione di infrastrutture informatiche – prosegue Biancani – per agevolare il dialogo tra Comuni e Regione e un tavolo tecnico istituzionale di cui faranno parte le Ata, le Associazioni ambientalistiche, i Comuni e le Società che gestiscono il servizio sui rifiuti. Il tavolo effettuerà il monitoraggio, il controllo e la individuazione degli indirizzi per i Comuni al fine di garantire una uniformità sulle modalità di applicazione della tariffa in tutto il territorio regionale. La Regione metterà anche a disposizione una prima somma di 50 mila Euro da destinare ai Comuni per la campagna di comunicazione rivolta ai cittadini. Va sottolineato poi, che proseguendo il cammino virtuoso per la raccolta differenziata si potrà allontanare il rischio di veder costruito nel nostro territorio un inceneritore verso il quale abbiamo già espresso la nostra contrarietà. Per evitarlo va alzata la quantità di differenziata e questa legge potrà contribuire a farlo. Desidero ringraziare tutti i componenti la Commissione Ambiente per il proficuo e collaborativo lavoro svolto”.