Cagli, giornata mondiale dell’acqua. Martini: “Bene pubblico da tutelare e utilizzare in un contesto di massimo equilibrio”

Il 22 marzo 2018 in tutto il mondo è stata celebrata la 25° Giornata Mondiale dell’ Acqua, istituita dall’ONU nel 1992, in conformità con le raccomandazioni della Conferenza delle Nazioni Unite sull’ambiente e lo sviluppo contenute nel capitolo 18 dell’Agenda 21, conferenza di Rio de Janeiro. L’ONU ha invitato gli Stati a dedicare la Giornata (il 22 marzo di ogni anno), a seconda dei casi e nel contesto  nazionale, ad attività concrete come la promozione della consapevolezza pubblica, attraverso la pubblicazione e la diffusione di documentari e l’organizzazione di conferenze, tavole rotonde, seminari ed esposizioni relative alla conservazione e sviluppo delle risorse idriche in attuazione delle raccomandazioni della suddetta  Conferenza.

La SIGEA, Società Italiana di Geologia Ambientale,  associazione culturale e scientifica, attraverso la Sezione Marche che ha la sua sede a Cagli promotrice del Contratto di Fiume per il Biscubio Bosso, Burano e Candigliano, di cui il Comune di Cagli è Capofila , ha indetto,  in accordo con il Comune di Cagli e con la Provincia di Pesaro Urbino un incontro che si è tenuto nella Sala del General Consiglio del Municipio di Cagli, con il titolo” Forme d’Acqua”. Un viaggio attraverso  nubi,  nebbie, nevi e fiumi del territorio Appenninico di Cagli, immortalato da bellissime immagini fotografiche e filmati di Beatrice Bartoccioni, nostra concittadina cagliese,  proposto attraverso un filmato che si apre con i versi di una poesia sull’acqua della concittadina Ninel Donini, seguite dal recitativo “Le Nuvole” che “vanno e vengono” di Fabrizio de Andrè e poi con le immagini scattate da Beatrice su un sottofondo musicale dei Pink Floyd tratto dall’album The Endless River (Il Fiume senza fine).

Endro Martini, responsabile della sezione marche di Sigea ha aperto l’incontro ricordandone lo scopo culturale e divulgativo e  distribuendo ai presenti copia della dichiarazione ONU di istituzione della Giornata ed ha rimarcato la ricchezza in acqua di questa terra, un’acqua che oltre ad aver disegnato la morfologia dei luoghi si offre con paesaggi e forme di inestimabile bellezza e soprattutto come risorsa, come bene pubblico, da tutelare e utilizzare e in un contesto di  massimo equilibrio. “Una giornata di grande valore e di giusta esaltazione di questo bene fondamentale per l’esistenza del nostro pianeta. Un grazie per questo alla puntuale competenza di Endro Martini e del presidente della provincia (Aato ) Daniele Tagliolini, alla passione e al grande amore per questo bene così ben emerso nelle foto/video di Beatrice Bartoccioni. Acqua sotto tutte le sue forme in cui si manifesta nel nostro splendido territorio”  ha detto il sindaco di Cagli Alberto Alessandri.

Daniele Tagliolini, anche nella sua veste di presidente dell’Aato Marche Nord ha fatto i complimenti per la grande  capacità comunicativa ed emozionale della proiezione, dove le immagini aiutano a prendere consapevolezza del bene pubblico che l’acqua rappresenta. ” Un ’acqua che è e rimane un bene pubblico. È  importante comprendere che i gestori che operano sul nostro territorio, Marche Multiservizi Spa e ASET Spa, non vendono l’acqua ma dei servizi che sono quelli di prelievo e distribuzione di acqua potabile, raccolta e trattamento delle acque reflue. Garantire questi servizi significa utilizzare infrastrutture e impianti che richiedono l’impiego di tecnologie e personale specializzato, ovviamente tutto questo ha un costo ed è solo ed esclusivamente su questo che si basa la richiesta tariffaria.”

Beatrice Bartoccioni, ha parlato con le sue splendide immagini e alla fine ha aggiunto:  “L’ acqua, protagonista di questa giornata, ha formato e disegna l’ ambiente in cui viviamo, regalandoci paesaggi meravigliosi. Nelle immagini vive la consapevolezza di tanta bellezza che merita di essere conosciuta, divulgata e protetta perché niente è eterno, ma tutto può mutarsi fino a perdersi. Anche il numeroso pubblico presente è intervenuto portando contributi anche toccanti, con riferimento ai ricordi di un ambiente e di paesaggi fluviali incontaminati dove gli abitanti di Cagli hanno imparato a conoscere l’ACQUA. Endro Martini ha concluso l’evento ringraziando e salutando tutti i presenti ricordando ancora che l’acqua è la VITA e che l’ultimo Rapporto mondiale delle Nazioni Unite (2018) sullo sviluppo delle risorse idriche ha per titolo “SOLUZIONI BASATE SULLA NATURA PER LA GESTIONE DELL’ACQUA”

Endro Martini