Fossombrone, incontro letterario detenuti alunni. Una bella esperienza

Alunni dell’Istituto Superiore Donati e detenuti del carcere di Fossombrone hanno letto, in separata sede, il romanzo “La strada” che McCarthy” ha pubblicato nel 2006 e poi si sono incontrati per confrontarsi in un incontro dibattito. <<Il progetto che si avvale di altre esperienze simili – spiega la professoressa di Scienze Umane Sonia Paradisi – ha voluto avvicinare gli studenti delle classi terminali ad una realtà dimenticata e spesso nascosta e alle persone che vivono “fuori”, al fine di fornire loro maggior consapevolezza verso la silenziosa quotidianità, le esigenze, i sentimenti delle persone che popolano il mondo buio del carcere. Abbiamo cercato di fornire un inquadramento generale delle principali dinamiche psico-relazionali riguardanti il contesto carcerario per educare ad un sistema di regole fondato sul reciproco riconoscimento dei diritti garantiti dalla Costituzione a tutela della persona e della collettività>>. Gli studenti hanno colto dal vivo <<cosa significa favorire l’integrazione, facilitare la comunicazione tra persone e gruppi anche di culture e contesti diversi; utilizzare gli strumenti culturali per porsi con  atteggiamento razionale, critico e responsabile di fronte alla realtà>>. Discipline coinvolte la psicologia applicata, la psicologia sociale e quella giuridica. Tutti quanti sono stati coinvolti nella singolare esperienza si sono detti pienamente soddisfatti.