Vi ricordate Daniele Faggiano? Il ds del Parma si è laureato a Urbino. Giocò nel Lunano, Cantiano e Peglio

Dopo Stendardo che ha lanciato i calciatori laureati, ieri Daniele Faggiano (di origini pugliese, Veglie – Lecce) aggiunge alla lista i direttori sportivi dottori. Il d.s. del Parma (ex Palermo, Siena, Bari) ha conseguito infatti la laurea in scienze motorie all’Università di Urbino. Lo stesso percorso di studi che ha intrapreso (e concluso nel 2008) l’amico Antonio Conte, con cui ha lavorato fra l’altro ai tempi di Bari e Siena. Dopo anni in cui ha messo in stand by gli studi, il dirigente Faggiano arriva oggi al traguardo con la tesi sullo “sport e disbilità”, dopo aver preso diversi anni fa il diploma da direttore sportivo. Daniele Faggiano è un vecchio conoscente del calcio della nostra provincia (oltre che studente a Urbino). Fu ingaggiato nel ’97 dal Lunano di Bruscolini, passò al Cantiano, quindi Peglio, Belforte, Belligotti, poi Flaminia ’94, Atletico Acqualagna e infine Avis Montecalvo. Un episodio lo portò a quell’epoca agli onori della cronaca. Spesso i tifosi avversari lo etichettavano in tribuna (o sulle gradinate e/o greppi di campi sportivi) come “Terrone, Terrone”. Lui cosa fece? Si fece, in modo goliardico, confezionare la maglia da portiere con la scritta «Terrone» sulle spalle con cui giocò diverse gare. E finì anche sulle pagine della Gazzetta dello Sport.