Pandolfi (Lega Nord Fossombrone): “Mozione 5 Stelle per il ripristino degli ospedali nell’entroterra. Assurda la non adesione della minoranza, specialmente di Potere al Popolo”

“Per affrontare in modo adeguato le profonde disuguaglianze nella salute, bisognerebbe, piuttosto, promuovere azioni in grado di sollecitare e coinvolgere i governi, le istituzioni locali e la società civile. L’idea di base è, in altre parole, che la medicina e l’assistenza sanitaria costituiscano uno dei fattori che influenzano la salute delle popolazioni” (Giovanni Berlinguer, La salute come bene comune). Queste sono le parole del fratello del noto segretario del Partito Comunista Enrico Berlinguer, lo stesso che nel 1978 tramite la legge 833, promosse il Sistema Sanitario Nazionale. Cosa rimane della sua visione umanistica della politica all’interno della società, o meglio, cosa è rimasto di tale nobiltà d’animo nei suoi successori che a livello locale si dichiarano indegnamente “di sinistra”? Assolutamente nulla! Sebbene la loro ideologia sia convintamente atea, non è difficile immaginare i due fratelli, Enrico e Giovanni, scatenare l’inferno in Paradiso dopo le ultime e vergognose posizioni assunte dalla minoranza consigliare forsempronese. Nessuno dei tre membri infatti “specialmente la consigliera Cipriani di Potere al Popolo che in campagna elettorale dichiarava di esser dalla parte del più debole”, ha avuto la decenza di aderire alla mozione a cinque stelle per il ripristino degli ospedali dell’entroterra, ignobilmente soppressi dai loro vergognosi padroni. Lo scempio non si è limitato a distruggere ciò che venne creato nel secolo scorso, anche con il contributo dei grandi nomi dei leaders di sinistra, ma addirittura con una deprecabile proposta di legge, la poco conosciuta 145, si arriva regalare le nostre ex strutture pubbliche e le nostre ex apparecchiature al privato. Poveri fratelli Berlinguer, chissà cosa penseranno dei moderni comunisti che hanno disprezzato, distruggendolo, il frutto del loro operato. Nessuno di questi rappresentanti di una ormai logora ideologia ha avuto la decenza di apporre una semplice firma a tutela dei nostri ospedali proprio loro che si dichiaravano “orgogliosi di essere forsempronesi”. La cappa di ostruzionismo nel nostro paese è palpabile, giustificabile. Dei miseri politicanti ci hanno portato in un baratro. Siamo in piena dittatura, o almeno lo siamo stati sino ad ora sotto gli ignobili diktat dei poteri forti che hanno governato negli ultimi anni, in questa nazione si sta arrivando alla distruzione di ogni certezza e di ogni eccellenza che garantivano la serenità dei cittadini. Una letale opera certosina di annichilimento degli italiani, studiata da lobby politiche, tutte della stessa matrice, che distruggono interi paesi come se stessero giocando a Risiko. Un paese che non garantisce più il diritto alla salute dei suoi abitanti, è un paese il cui funerale è stato già celebrato. Noi rappresentanti della Lega Nord Fossombrone garantiamo il nostro sostegno ad oltranza a tutti coloro intendano ribellarsi agli ignobili comportamenti perpetuati dalla minoranza forsempronese succube dei suoi padroni in regione.

Coordinatore cittadino Lega Nord Fossombrone Yuri Pandolfi