Bomba a Fano, la guardia costiera controlla la zona

Le motovedette della Guardia costiera di Ancona, Pesaro, Fano e del Reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza di Ancona stanno controllando la porzione di specchio d’acqua al largo del porto di Fano dov’è stato depositato l’ordigno bellico trovato il 13 marzo vicino alla spiaggia Sassonia. Tutto ciò per far sì che venga rispettata l’ordinanza di interdizione delle attività marittime e che i naviganti, accedendo o uscendo dal porto, si tengano sul versante nord ed evitino la zona interdetta. La bomba sarà fatta brillare domani dai palombari della Marina Militare se le condizioni del mare lo permetteranno