Il fattore sanità nel territorio dopo il voto, Ruggeri del Comitato: “Sconfitti coloro che hanno chiuso gli ospedali”

Carlo Ruggeri

Il Comitato provinciale pro ospedali pubblici non nasconde le proprie soddisfazioni dopo il voto di domenica. Lo si evince dalle parole del suo esponente forsempronese Carlo Ruggeri che, via social, scrive… “Fermo restando la libertà che il Comitato aveva dato ai singoli amministratori di vivere tali elezioni in massima libertà personale di azione e fermo restando che nel sito del Comitato non è stato postato alcun comunicato a favore dell’una o dell’altra forza politica, si fa notare che gli amministratori, sempre singolarmente, hanno sponsorizzato e appoggiato forze politiche che in varie maniere avevano preso una qualche posizione similare alle lotte del Comitato, specie quelle incentrate a portare avanti la proposta del patto di Piagge… “.

La nota prosegue.. “I risultati di queste elezioni vedono un successo di una forza politica (i 5 Stelle), le cui componenti, pur se locali, hanno aderito al patto di Piagge e vedono, altresì il drammatico crollo, fino alla scomparsa di rappresentanti, di altre forze politiche che hanno adottato scellerate decisioni, specie sulla sanità della nostra provincia, con chiusura di ospedali e punti di primo intervento… E cioè il Pd, l’Udc e il partito socialista… Quante volte abbiamo ripetuto che tali partiti, che ci hanno chiuso gli ospedali di Fossombrone, Cagli e Sassocorvaro, andavano duramente puniti? E gli elettori lo hanno fatto…”. Infine… “Tali elezioni hanno portato una situazione di incertezza politica per la formazione di un governo nazionale, ma la Caporetto del Pd, ci suscita qualche speranza di una sensibilità maggiore dei nuovi specie verso la sanità ed il welfare, da rivedere, rilanciare e fortemente rifinanziare! Naturalmente la prossima scommessa grossa e impegno saranno quelli di cambiare totalmente il governo della regione marche fra due anni…”.

 

mcdonalds