Flaminia, rompe cerchione e gomma su una buca e ci scrive: “Da Acqualagna alla Contessa compresa è strada killer”

Nel periodo invernale a causa delle piogge e del maltempo le condizioni delle strade peggiorano notevolmente con l’apertura di buche profonde che possono causare la rottura di gomme e cerchi. A volte sono piene d’acqua ed è difficile notarle e la mancata o approssimativa manutenzione fa sì che restino aperte per diverso tempo provocando diversi danni. Ma c’è un caso che riportiamo oggi che non è una novità: il vergognoso tratto di strada della Flaminia da Acqualagna alla Contessa che porta a Gubbio. Ci scrive un lettore del territorio (poche righe), l’ennesimo, che proprio ieri mattina all’altezza della frazione di Pontericcioli nel Comune di Cantiano ha distrutto cerchio e gomma della proprio auto marciando a una velocità non superiore ai 60 chilometri all’ora. Si stava dirigendo a Gubbio:

“Capisco che la neve, il ghiaccio e la pioggia di questi giorni ha determinato un peggioramento della situazione del fondo stradale un po’ dappertutto, ma il tratto stradale da Acqualagna alla Contessa compresa, è davvero killer. Voragini ovunque da tempo, certamente oggi accentuate per il maltempo, ma credo che al di là dei rattoppi che l’Anas ha approntato, serva una manutenzione decisa. Stiamo parlando della Flamina, della strada che collega le Marche all’Umbria e a Roma. Ieri ci ho rimesso gomma e cerchio (oltre a una forte inc.. tura), rinuncio all’iter per chiedere i risarcimenti perché mi è già capitato un’altra volta cinque anni fa ed è un tragitto senza fine tra atti e burocrazia assurda (altra nota dolente). Prima che accadano cose tragiche, non da escludere, vi prego, ascoltate questo appello e ponete un rimedio. Non è possibile nel 2018 marciare su queste strade per lavoro e arrivare al lavoro già stressato perché costretto a guidare come se impegnato in una corsa di sopravvivenza”.