Terre Roveresche, sabato 24 febbraio nella sala Ipogeo di Piagge inaugurazione della mostra di Canestrari e Pierleoni

Sabato 24 febbraio alle ore 17 si inaugura a Piagge nella sala Ipogeo una mostra di pittura e scultura degli artisti Eros Canestrari e Federico Pierleoni, a cura dell’associazione culturale ProArt, con il patrocinio del comune di Terre Roveresche. Eros Canestrari, ha studiato presso l’Istituto d’Arte Adolfo Apolloni di Fano, dipinge paesaggi surreali, fino all’età di 21 anni, dopodiché per sua scelta decide di dedicarsi al lavoro della terra prima e poi come operaio edile. Di recente partecipa alla Rassegna d’Arte “ARTESIA”. Scrive di lui il noto acquarellista pesarese Franco Fiorucci: “Conoscendo l’artista, il personaggio Eros Canestrari e le sue opere, ci si chiede come è possibile che occhi e mani che hanno perpetuamente scavato e rimescolato la terra, abbiano potuto innalzarsi al cielo per scoprire tutti i segreti misteriosi dell’arte e dello spirito? Tutta l’opera figurata di Eros è sorprendente,  nella sua unicità e vorrei dire anche sublimata. Credo che l’artista sia una vera scoperta, una domanda estrema sull’arte, sulla sua indecifrabile creatività”.

Federico Pierleoni ha studiato presso la scuola del libro di Urbino, frequenta l’accademia di Belle Arti dell’Aquila, indirizzo di Scultura, dopo il terremoto dell’Aquila si è iscritto a Urbino laureandosi con 110 e lode. Ha seguito il corso Tam di Pietrarubbia, di lavorazione dei metalli e oreficeria presieduto da Arnaldo Pomodoro. Ha partecipato a diverse collettive e personali nel centro Italia.  Fa parte del consiglio Direttivo del Bastione San Gallo, monumento storico di Fano dove vengono realizzati eventi musicali e artistici. Una sua scultura “La Colonna dei Bambini” realizzata per il premio C.o.n.i. 2010 è esposta nell’entrata del palazzo del comitato Olimpico Nazionale presso il Foro Italico di Roma. La mostra rimarrà aperta da sabato 24 febbraio fino a domenica 11 marzo, nei giorni di venerdì, sabato e domenica dalle ore 17 alle 20. Negli stessi giorni e orari la  Grotta Ipoge sarà aperta al pubblico. Il sabato dell’inaugurazione si terrà un rinfresco offerto dalla ProArt con degustazioni di prodotti tipici locali.