Fano, papà e figlia rubano liquori doc e abbigliamento nei negozi di Fano Center. Arrestati

Fano, padre e figlia di etnia sinti arrestati dai carabinieri per furto di liquori pregiati ed abbigliamento dai negozi del FanoCenter. Prosegue proficua la collaborazione del servizio di vigilanza del supermercato Auchan di Fano ed i carabinieri della locale compagnia. Sabato scorso gli addetti all’antitaccheggio, dopo aver notato un uomo ed una donna aggirarsi con fare sospetto nel reparto superalcolici, hanno richiesto al 112 l’intervento dei militari dell’Arma. I due sospetti nel frattempo erano usciti dal supermercato ma ad attenderli c’era già un equipaggio dell’aliquota Radiomobile che li ha fermati ed identificati in B.B., 57enne nomade sinti con un nutrito bagaglio di precedenti per reati contro il patrimonio ed L.J., sua figlia 28enne, entrambi provenienti da un campo nomadi del vicentino. In particolare la ragazza indossava all’altezza dell’addome, nascosta dagli abiti, una voluminosa “panciera” artigianale nelle cui tasche aveva occultato ben 5 bottiglie di pregiato cognac del valore di 250 euro che, insieme al padre, aveva portato via alcuni minuti prima dal supermercato, forzando il sistema antitaccheggio con un apposito attrezzo da scasso ritrovato nella sua borsa. Ma quello di alcolici non era stato l’unico furto commesso in giornata.

I carabinieri recuperavano dal bagagliaio della loro autovettura numerosi capi di abbigliamento che i due avevano sottratto dal locale negozio Cotton Silk oltre a numerose bottiglie di pregiato cognac e champagne, tra cui un Don Perignon sulla cui provenienza si sta ancora indagando. Entrambi sono stati arrestati per furto aggravato in concorso e trattenuti nelle camere di sicurezza. Lunedì mattina il Giudice del Tribunale di Pesaro ha convalidato il loro arresto con il rito per direttissima ed ha condannato il padre a 10 mesi e la figlia a 6 mesi di reclusione più la pena pecuniaria di 400,00 euro. Per dovere di cronaca i sinti sono una etnia di origine nomade dell’Europa, tra quelle tradizionalmente dette degli zingari. L’origine del nome sinti è nella parola indo-persiana Sindh ad indicare la Valle dell’Indo e lo stesso fiume Indo (Sindhu), nell’attuale Pakistan e India nord-occidentale, e per estensione tutta l’India, terra di origine di questo popolo.