Terre Roveresche: sono rimasti vuoti i posti della minoranza in Consiglio comunale

Posti lasciati vuooti della minoranza di Noi Siamo Terre Roveresche

Assenti per protesta i quattro rappresentanti della minoranza Maurizio Cionna, Cinzia Malvoni, Francesca Gimignani e Roberto Calcagnini, in apertura del consiglio comunale di Terre Roveresche il sindaco Antonio Sebastianelli ha ricordato che <<i consigli municipali avevano espresso già i loro pareri favorevoli all’ordine del giorno e che comunque il luogo deputato per esprimere il disaccordo rimane sempre e comunque la pubblica assise nella quale ognuno è libero di dire e proporre, gli interventi sui social e i discorsi nei bar lasciano il tempo che trovano>>. I lavori sono proseguiti spediti con l’approvazione di tutti gli argomenti compreso <<quello più importante e significativo – ha sottolineato Sebastianelli – è stato quello relativo al bilancio di previsione>>. Hanno incassato il sì: l’individuazione delle zone non metanizzate, lo stemma e il gonfalone, l’istituzione del Santo Patrono, l’ adesione all’ Anci, l’addizionale comunale sul reddito delle persone fisiche per il 2018, le aliquote IMU e TASI, l’ approvazione del piano finanziario e le tariffe TARI, il regolamento generale delle entrate, l’affidamento del servizio riscossione, il regolamento per la disciplina IMU, la determinazione della quantità e della qualità di aree e fabbricati destinati alla residenza, alle attività produttive e terziarie che potranno essere cedute in proprietà o in diritto di superficie. Ancora. il piano delle alienazioni e le valorizzazioni immobiliari, il programma triennale dei lavori pubblici, il regolamento dell’ Ecocentro, il canone per  l’occupazione delle aree pubbliche, il bilancio di previsione, l’ istituzione delle commissioni per l’ambiente, politiche sanitarie, scuola e pubblica istruzione, turismo e associazionismo. A seguire: le concessioni cimiteriali, la  partecipazione della comunità per la tutela e la valorizzazione del territorio, il funzionamento dell’assemblea delle associazioni e la modalità di calcolo dell’indennità risarcitoria. La polemica e le precisazioni non sembrano destinate a calmare il clima da quanto si legge sui post.

mcdonalds