Importante contributo di AiCARE alla “fotografia” dell’agricoltura sociale

Il primo rapporto annuale della Rete Rurale Nazionale su “Multifunzionalità agricola e agriturismo” continua a riscuotere grande attenzione, da parte di pubbliche istituzioni e imprenditori, come punto di riferimento statistico e formativo sui temi dell’agriturismo, della didattica “in fattoria”, dell’agricoltura sociale

Il Rapporto 2017 (Rete Rurale Nazionale – Ismea – Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali), presentato lo scorso novembre ad Arezzo in occasione di Agrietour 2017, è pubblicato e scaricabile gratuitamente alla pagina web Rapporto annuale sulla multifunzionalità agricola e l’agriturismo.

14 – Le Regioni con elenchi per imprese operanti in agricoltura sociale.
1.000 – Il numero di aziende agricole in Italia coinvolte in progetti di agricoltura sociale.
93 – Il totale di fattorie sociali/operatori di agricoltura sociale iscritti negli elenchi regionali.
60% – Le aziende con attività agrituristica sul totale delle imprese presenti negli elenchi regionali.

Delle venti pagine dedicate dal Rapporto alla presentazione dell’agricoltura sociale, dieci riguardano la consistenza e le caratteristiche del settore, mediante l’elaborazione di dati messi a disposizione da AiCARE (Agenzia Italiana per la Campagna e l’Agricoltura Responsabile e Etica) sulla base di un panel di 130 esperienze, localizzate su tutto il territorio nazionale, censite sulla mappa pubblicata nel sito dell’Agenzia.

L’analisi si articola in 16 grafici che mettono a fuoco le caratteristiche giuridiche e organizzative delle aziende agricole, i servizi offerti al territorio, i connessi prodotti agroalimentari e l’eventuale accoglienza agrituristica. Dall’analisi complessiva emerge un quadro di imprese che svolgono attività produttive in modo integrato con l’offerta di servizi alla persona, in cui i diversi operatori intervengono con una pluralità di attività, dettagliatamente descritte nel Rapporto. Al di là della legge nazionale (legge 141/2015) dal rapporto emerge un quadro normativo a livello regionale molto frammentario e disomogeneo.

La mappa di AiCARE, costruita su adesione volontaria e non onerosa (form di iscrizione sul sito dell’Agenzia), è oggi arrivata a censire circa 180 esperienze italiane di agricoltura sociale, rappresentando un dettagliato strumento informativo di settore.

mcdonalds