Giorno del Ricordo, giovedì la seduta aperta del consiglio regionale con gli studenti e lo spettacolo di Violini in memoria delle Foibe

L’Assemblea legislativa giovedì 8 febbraio celebra il “Giorno del ricordo”, dedicato alle vittime delle foibe e all’esodo dal confine orientale nel secondo dopoguerra. A partire dalle ore 10.00 in Aula consiliare (via Tiziano, 44), si svolgerà una seduta aperta alla quale parteciperanno delegazioni delle scuole secondarie superiori di Ancona. In programma l’introduzione del presidente Antonio Mastrovincenzo, il saluto del presidente regionale dell’Associazione Venezia Giulia e Dalmazia Franco Rismondo e l’intervento del professor Luciano Monzali, Università di Bari, su “Gli italiani di Dalmazia e le relazioni italo-jugoslave nel Novecento”.

La seduta si chiuderà con lo spettacolo di Radio teatro “Quell’enorme lapide bianca…”, un testo scritto da Paolo Logli, con le musiche originali di Gabriele Esposto, raccontato dall’attore Luca Violini, una delle voci più note del doppiaggio italiano. Protagonisti della storia sono due amici, lo sloveno Ive e l’italiano Enrico, che rammentano storie di famiglie, di persone, di affetti. Al Giorno del ricordo, istituito nel 2004 e celebrato il 10 febbraio, data del Trattato di Parigi del 1947, è dedicata una legge regionale approvata nel 2012.

Comunicato stampa Consiglio regionale Marche (L. V.)