Ad Acqualagna il Carnevale più pazzo d’Italia, l’unico al mondo in cui si lanciano tartufi

Solo Acqualagna poteva ideare un Carnevale all’insegna del gusto con l’obiettivo di ricompensare i suoi amati estimatori che ad ogni stagione dell’anno raggiungono la cittadina marchigiana per acquistare e degustare il pregiato prodotto della terra senza badare a spese. Nella Capitale del Tartufo, infatti, la festa più divertente del Calendario, è famosa per la ghiotta legge che lo regola: a Carnevale, quando tutto è permesso e il mondo è alla rovescia, il tartufo non si compra, si regala, anzi si lancia in aria! L’appuntamento è per il pomeriggio dalle ore 15 con la sfilata dei carri per le vie del paese e lancio di coriandoli e poi, alle ore 16, dopo la sfilata, la Festa si accende ancora di più: occhi puntati su Casa Mattei, quando il sindaco Andrea Pierotti richiama il pubblico al banchetto del “Re della Tavola” e lo fa con il ghiotto lancio dei tartufi tanto atteso tra musica, ballo e intrattenimenti, giochi, distribuzione di dolci, bibite e vin brulè. C’è n’è per tutti i gusti: buongustai da tutta Italia, maschere divertenti e spaventose ma anche ispirate a personaggi del momento. Non si tratta di uno scherzo ma di un tripudio di colori, musica, divertimento, sorrisi e soprattutto buon gusto. Il Carnevale, diventa un’occasione, per chi raggiunge la cittadina da fuori Regione, per riscoprire tradizioni e assaporare un tesoro della Terra. Una grande partecipazione resa possibile anche grazie alla collaborazione con le scuole Primaria e Secondaria di I° grado che prenderanno parte al corteo.  Sono diventati migliaia coloro che raggiungono piazza Mattei, l’arena del gusto di Acqualagna, per attendere l’arrivo dei carri mascherati ed assistere al lancio pazzo di tartufi… Obiettivo è accaparrarsi e portarsi a casa l’oro della Terra senza spendere un centesimo.

Nota stampa Anuska Pambianchi
mcdonalds