Urbania, ristoratore in manette per spaccio di droga

Foto d’archivio

Operazione a buon fine della polizia nell’Alto Metauro. Finisce nella rete un ristoratore di Urbania (di 59 anni), arrestato per detenzione di droga finalizzata allo spaccio. Le indagini (dopo una segnalzione risalente a un mese fa), nello specifico, sono state condotte da due unità cinofile della polizia di Ancona. Dopo averlo seguito, gli uomini delle forze dell’ordine, hanno perquisito sia la casa del ristoratore nel comune di Peglio, sia un seconda abitazione nel cuore di Urbania oltre al ristorante fornito di un grande giardino sempre nella città di Casteldurante. Ritrovati, complessivamente, 100 grammi di hashish, circa 600 euro (con ogni probabilità frutto dello spaccio) e un bilancino di precisione. Insomma, accanto all’attività della ristorazione, si appurava che l’uomo portava avanti una seconda “professione”, proficua ma ovviamente illecita. Ma c’è di più: per lui è scattata anche la denuncia per possesso abusivo di coltelli e per guida in stato di alterazione legata al consumo delle sostanze stupefacenti.

 

 

 

 

mcdonalds