“Tra due fuochi”, il libro di Feligioni fa luce sulla città di Cagli negli anni 1914-1922

Un discreto successo sta avendo in città la pubblicazione del cagliese Giampaolo Feligioni dal titolo “Tra due fuochi”. Il libro è un saggio storico con una minuziosa ricerca che narra alcuni fatti negli anni che vanno dal 1914 al 1922, cioè dallo scoppio della prima guerra mondiale alla presa del potere del fascismo. Anche Cagli è stata in quel periodo una città molto contesa tra coloro che inneggiavano all’avvento del fascismo e altri che avversavano il nuovo regime. Nel libro Feligioni ricorda anche i morti che Cagli ha avuto nella prima guerra mondiale e che tutti erano elencati con una targhetta (tutte scomparse….) negli alberi del “Parco delle Rimembranze”. Inoltre vengono ricordati gli anni del primo dopoguerra all’inizio degl’anni 20 con “I fatti di Cagli”. Vari gli accenni ai giornali del tempo che riferivano a quanto era successo in città il 28 febbraio del 1922. Feligioni ne da ampie notizie sullo scontro tra la squadra fascista “Asso di bastoni” e i tanti cagliesi che si opponevano. Vi fu uno scontro cruento, di fronte al Palazzo comunale e in mezzo alla piazza adiacente. Altra descrizione alquanto documentata è su quello che accadde sempre a Cagli nell’agosto del ’22 e cioè quando i fascisti presero il comune. Il libro è stato curato utilizzando più fonti, dagli atti di morte presenti nell’ufficio anagrafe del Comune di Cagli  (con tutte le informazioni,  scarne,  che contengono ) , i pochi atti ufficiali ancora conservati, sfogliando i giornali del tempo o varie opere sulla prima guerra mondiali oltre alle poche opere utilizzabili della storiografia locale. Uno spaccato di storia ora molto più approfondito e che riporta indietro nel tempo dopo circa un secolo fatti e cronache di un periodo molto movimentato dopo la Grande Guerra e l’avvento del fascismo.

 

mcdonalds