“Recitare all’improvviso”, l’urbinate Matthias Martelli torna a Fossombrone

Scuola Teatro Studio riporta a Fossombrone una performance teatrale al coperto dopo circa 50 anni. Grande successo per lo stage dell’attore urbinate

Si è concluso domenica 28 gennaio un doppio appuntamento teatrale, attivato da Studio Movimento Danza, all’interno del risistemato spazio di un ex-officina. Evento organizzato con il patrocinio del comune di Fossombrone assessorato alla cultura e ai beni colturali. Recitare all’improvviso, dal sonno creativo all’esplosione di idee, questo è il nome che ha accompagnato lo stage. I realizzatori di tutto ciò sono Roberto Imperato e Loredana Boffa che da quasi 10 anni portano avanti questo progetto culturale, affinchè Fossombrone possa avere di nuovo uno spazio scenico stabile. L’esperienza teatrale nel suo terzo anno, mirata all’improvvisazione, prevedeva uno studio intensivo di 3 giorni per poi concludersi con uno spettacolo.  A guidare e coordinare i due appuntamenti c’era la sapiente regia del pluripremiato Matthias Martelli, attore urbinate che ha già ottenuto una serie di premi invidiabili a livello nazionale e tantissime repliche del suo spettacolo “Il mercante di monologhi”. L’attore porta in scena anche il famosissimo “Mistero Buffo” di Dario Fo, essendo l’ultimo attore ad avere avuto l’autorizzazione ed i diritti direttamente dal premio Nobel.

Matthias è stato inserito con i suoi spettacoli nella lista dei primi 10 spettacoli teatrali più applauditi d’Italia.  Le sue serate riempiono ormai da tempo i teatri italiani. Già l’anno passato Martelli, proprio nella stessa scuola di Fossombrone, era stato autore di un altro stage seguitissimo incentrato sulla comicità. Il percorso di quest’anno prevedeva due gruppi differenti, divisi in due fine settimana. I partecipanti erano 15 per gruppo e molti avevano già esperienza teatrale ma ciò non ha intimorito nuovi volti a prenderne parte. La scelta di Matthias- spiega Roberto- è dovuta, perché l’attore lo conosco già da anni e con lui la collaborazione è nata quasi spontanea. I partecipanti al corso hanno avuto modo di fare una performance partendo dal nulla, anche con spunti provenienti dal pubblico, l’improvvisazione scenica, però, è stata impostata da una serie di esercizi mirati atti al raggiungimento di questo obiettivo.-

La stessa scuola nel passato ha ospitato incontri con Luca Miniero, Massimo Andrei e Giorgio Colangeli per il teatro e ha stretto collaborazioni stabili con la compagnia  olandese di danza contemporanea De Dutch Don’t Dance Division. La memoria forsempronese riporta  che esisteva un luogo dedicato al teatro nell’antica Forum Sempronii a San Martino del Piano. Il Teatro dell’Ancora, poi chiamato Teatro Petrucci, dopo la seconda guerra mondiale venne smantellato togliendo quindi un tassello importante della vita cittadini. Scelta scellerata poiché ha tolto Fossombrone dalla lista dei teatri Marchigiani (Marche definita la regione dei Teatri).

Fossombrone non può quindi rimanere orfana di uno spazio come quello del teatro. A giudicare dal crescente successo dello stage, dalle amicizie nate e dal successo di questa manifestazione , c’è da sperare che la città prenda atto sempre più dell’importanza di uno spazio come questo e delle sue potenzialità. E ospitare attori come Matthias Martelli non può che esser un primo passo verso la giusta via. La volontà, è quindi ,di far rivivere un teatro portando a se le idee e le storie  di chi ne entra a far parte. Con l’augurio che abbia lunga vita e che vi siano persone che continuino ad avvicinarsi a questo progetto sociale e culturale importante. La scuola si sta già preparando per un prossimo stage ad inizio maggio.