Frisbee, sono quattro gli azzurri fanesi vice campioni del mondo in Australia

Sono Alberto Tonelli, Bruno e Tomas Mine e Luca Valentini i fanesi ad aver disputato i campionati del mondo under 24 di frisbee a Perh in Australia ed ad essersi laureati vicecampioni del mondo a ridosso degli Usa. Dopo aver battuto il Giappone e l’Austria nelle prime due partite i nostri ragazzi conquistano subito l’accesso ai power pool e superata con disinvoltura la China Taipei  il  primo posto nel girone è assicurato. Nella fase successiva fase lo scontro è con l’amica nemica di sempre, la forte Germania.

I ragazzi si sono impegnati con una partita al cardiopalma ma  il risultato finale è stato sfavorevole ai nostri colori per una sola meta 15 a 14. Con rammarico il pensiero era rivolto ai prossimi due proibitivi impegni con GB ed USA, che inesorabilmente sono terminate con due sconfitte. Ma non tutto era perduto, ed  erano ora obbligatorie due vittorie consecutive: la prima  agli ottavi contro la Columbia e poi di nuovo contro il Giappone ai quarti ed approdare in semifinale, altrimenti il mondiale era finito.

Puntualmente le due vittorie arrivarono ed ora i nostri ragazzi erano già fra le prime 4 squadre mondo. La semifinale era di nuovo contro quella Germania che nella sfida persa, l’ultima meta a loro vantaggio era durata 25 minuti.! Ma in questo secondo scontro non vi è stata storia. Con la giusta adrenalina i nostri ragazzi  travolgono con un 15-7 la corazzata tedesca ed è la tanta sognata finale.

E con gli Usa, i mostri del frisbee che demoliscono ogni squadra con risultati umilianti stava per succedere, perché il risultato è stato in bilico fino a pochi attimi alla fine. “Abbiamo giocato alla pari con un punto che andava e veniva – il commento del capitano d’attacco Alberto Tonelli – siamo felicissimi, il colosso ha tremato. Vuol dire che siamo cresciuti, ed abbiamo giocato con la giusta mentalità. La vittoria, la sconfitta? Un episodio e per questo il nostro argento vale oro”.