Urbania, i verdetti delle cipolle di Emanuela: “Un 2018 piovoso, neve a febbraio, a luglio il periodo più caldo”

Altro che stazioni meteo, satelliti o tecnologie d’avanguardia: ad Urbania il meteo lo prevedono le cipolle. Come da tradizione infatti, anche quest’anno Emanuela Forlini, maestra elementare di Urbania, ha messo in pratica questo particolare metodo di lettura perpetuando la tradizione di suo padre e di suo nonno. Si tratta di un’antichissima usanza contadina marchigiana che affonda le sue radici nel Medioevo ed avviene all’alba del 25 gennaio, interpretando le reazioni di 12 spicchi di cipolla lasciati fuori la notte di San Paolo dei segni, tra il 24 e il 25 gennaio. Cosa hanno detto quest’anno? Che il 2018 sarà molto piovoso. Inverno rigido con febbraio e marzo decisamente freddi. Primavera instabile, estate con luglio molto caldo, autunno variabile e piovoso. Ma ecco mese per mese cosa succederà secondo le cipolle.

GENNAIO: il mese di gennaio è stato poco invernale – FEBBRAIO: arriva l’inverno: freddo intenso, acqua e neve – MARZO: instabile, acqua e nevischio – APRILE: variabile e primaverile – MAGGIO: frequenti saranno le giornate piovose GIUGNO: variabile, specie nella prima parte del mese – LUGLIO: bel tempo, il mese più bello dell’estate – AGOSTO: variabile con temporali e piovaschi – SETTEMBRE: variabile – OTTOBRE: mese con abbondanti piogge – NOVEMBRE: meno piovoso di ottobre – DICEMBRE Gelo e freddo rigido per tutto il mese.