Provincia, la “stagione” dell’influenza, picco previsto i primi giorni di febbraio

Il picco influenzale in questi giorni sta mandando al collasso studi medici, presidi e ospedali. Già nel periodo natalizio, circa 1 milione di persone sono state colpite dal virus influenzale. Numeri destinati ad aumentare nel mese di febbraio quando il virus colpirà oltre 5 milioni di italiani, leggiamo sul sito Blastinnews. “I soggetti più colpiti sono i bambini da 0 a 4 anni”. A quanto pare, nelle prossime settimane, la malattia colpirà sempre più persone e ciò potrebbe far insorgere delle complicazioni in alcuni pazienti, anziati e bambini con insufficienze respiratorie. I sintomi sono i medesimi rispetto a quella dell’anno precedente: “febbre alta, spossatezza, dolori a muscoli e ossa, mal di gola, raffreddore, tosse o comunque problemi alle vie respiratorie e senso di forte malessere. Il tutto accompagnato da inappetenza e poca voglia di muoversi. L’influenza dovrebbe durare all’incirca una settimana, più precisamente 5-6 giorni ma ciò dipende dal soggetto colpito. I medici, inoltre, consigliano di curarsi anche nei giorni successivi alla fine dello stato influenzale onde evitare ricadute”. Detto ciò, a sentire medici ed esperti, il picco è atteso fra tre/quattro settimane.