Varotti sul turismo: “Inaffidabili i dati non la Regione”

Il direttore di Confcommercio, Amerigo Varotti, precisa di non aver mai definito inaffidabile la Regione sul turismo. “Ho affermato non essere veritieri i dati sulle presenze turistiche comunicati e che i dati regionali sono inaffidabili in quanto frutto di rilevazioni determinate dal sistema Istrice 2 che nel primo anno di applicazione, qualche ‘svarione’ l’ha determinato. Prova ne sono gli aumenti delle presenze a Mondolfo in mesi di chiusura degli hotel o gli aumenti del 35% a Pesaro in due mesi negativi. Non posso certo per questo affermare che la ‘Regione è inaffidabile’, anzi nel turismo sta garantendo più attenzione rispetto al recente passato, più risorse e una celerità nella programmazione che va incontro alle richieste di associazioni e comparto”.

Nota Confcommercio