Colli al Metauro, lettera di un bambino… “Il 2018 lo sogno così”

Riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera di un bambino di Colli al Metauro che ci ha scritto appena pochi minuti fa (ore 13.35 del 31 dicembre). Una lettera breve (significativa) e piena di speranze per il 2018. La redazione di Flaminia & Dintorni coglie l’occasione per prendersi una giornata di riposo augurando a tutti un FELICE E SERENO 2018.

Nel 2018 vorrei cancellare dal vocabolario alcune parole molto brutte: guerra, missili, bombe, proiettili, fucili, vorrei che tutti i popoli del mondo fossero “amici”, quindi che non ci sia la miseria e la povertà. Le guerre non dovrebbero esistere più. E poi vorrei un mondo sempre con il sole, senza più inquinamento. Mi piacerebbe che gli uomini non lasciassero più i rifiuti nei boschi, per poter andare a fare delle belle passeggiate.

Marco