Terre Roveresche: pronto il regolamento per acquisire gli stabili abbandonati

Antonio Sebastianelli sindaco di Terre Roveresche

TERRE ROVERESCHE Sono pronti gli articoli del nuovo regolamento <<per l’acquisizione al patrimonio comunale la riqualificazione e il riuso, anche attraverso la concessione al riuso a terzi, di beni in stato di abbandono nel territorio comunale>>. Un documento ufficiale approvato dal Consiglio comunale efficace a tutti gli effetti. All’atto della sua presentazione è stato specificato che <<il Comune di Terre Roveresche intende fronteggiare il preoccupante fenomeno degli immobili abbandonati nel territorio, mettendo in atto iniziative tendenti ad arrestare lo spopolamento e l’abbandono dello stesso. Sono considerati abbandonati: i beni inutilizzati e/o derelitti di proprietà pubblica, ecclesiastica, privata o di altra natura che si trovino in uno stato di abbandono e/o di degrado; quelli che possano determinare danni per l’ambiente, pericoli per la pubblica o privata incolumità, preoccupazioni per le testimonianze culturali e storiche; i beni che possano essere possibile occasione per attività e comportamenti illeciti e quelli in qualunque modo abbandonati e/o inutilizzati e quindi non più rispondenti ad alcuna funzione sociale e/o che possano ledere l’interesse generale così, come disciplinato dalla nostra Costituzione repubblicana, nonché dall’art. 17 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea>>. Il Comune, nell’esercizio delle proprie funzioni <<ha facoltà di intervenire affinché sia ripristinata la funzione sociale e/o salvaguardata la tutela dell’interesse generale della proprietà, se necessario anche attraverso l’esercizio di poteri autoritativi volti all’attribuzione di destinazione d’uso pubblico dei beni abbandonati e/o inutilizzati, nonché alla conseguente acquisizione del bene stesso al patrimonio del Comune, come “bene comune” al fine di destinarlo, secondo modalità partecipate, ad un uso conforme alle necessità sociali e/o all’interesse generale>>.

mcdonalds