Consiglio regionale, ok alle nuove norme per le costruzioni in zone sismiche nella regione

Andrea Biancani (Pd)

Via libera (27 favorevoli e tre contrari) per la proposta di legge inerente “Nuove norme per le costruzioni in zone sismiche nella regione Marche”, che va ad abbinare due diversi atti. Il primo (testo base) è stato sottoscritto da Biancani, Micucci, Giancarli, Giacinti, Mastrovincenzo, Urbinati, Volpini, Traversini, Talè (Pd), Busilacchi (Misto – Mdp), Rapa (Uniti per le Marche), Bisonni (Misto), Giorgini (M5s). Il secondo atto è stato presentato dallo stesso Giorgini. La proposta complessiva prevede disposizioni di riordino delle funzioni, riorganizzazione delle strutture tecniche competenti, pianificazione territoriale ed urbanistica con l’obiettivo di ridurre i rischi e gli effetti dei fenomeni terrulici. Nello specifico si fornisce il via libera al decentramento delle stesse funzioni aiutando i comuni a mettere insieme, in forma associativa, quei servizi utili a contrastare il rischio sismico. Altri aspetti importanti quelli relativi alle attività di formazione dei tecnici competenti in materia e all’implementazione di un sistema informatico integrato, idoneo a garantire una rete di supporto tecnologico. Inoltre, viene istituito il comitato tecnico scientifico composto da funzionari esperti in materia sismica. La Giunta regionale si riserva i compiti di indirizzo e controllo sulle attività decentrate. Prevista una copertura finanziaria per l’anno 2018 pari a 300mila euro, in larga parte indirizzata alle suddette attività di formazione professionale ed implementazione informatica.
La proposta è stata illustrata dal relatore di maggioranza nonché presidente della Commissione governo del territorio, Andrea Biancani, e da quello di minoranza, Peppino Giorgini.
Nel corso dl dibattito sono intervenuti Zura Puntaroni e Sandro Zaffiri della Lega Nord (“Con questa proposta si vanno a complicare le cose”), Bisonni del Gruppo misto, Giorgini e Maggi del M5s, Giacinti del Pd (favorevoli), Celani di Forza Italia (ha espresso alcuni dubbi di carattere tecnico e burocratico, pur ritenendo che si tratti di una buona legge da migliorare).
Rinviata, su proposta del consigliere Giancarli (Pd), la discussione sulla proposta di modifica al Regolamento regionale per le attività funebri e cimiteriali.

Consiglio regionale (A Is.)