Consiglio regionale, approvato il bilancio 2018 dell’assemblea legislativa

Il bilancio dell’assemblea legislativa (approvato con 14 voti favorevoli e 9 contrari) prevede per l’anno 2018 un fabbisogno per le spese consiliari pari a 13.623.927 euro (esclusi gli organismi di garanzia e le somme da restituire alla Giunta a fronte di entrate proprie), superiore di 289.701 (2,3%) rispetto al 2017 assestato. Nella nota esplicativa si fa presente che il bilancio 2017 in assestamento ha ridotto il proprio fabbisogno di 500.000 euro, pertanto il bilancio 2018 non è da considerare in aumento. Per effetto della legge regionale 30 del 2016 (“Organizzazione e funzionamento degli organismi regionali di garanzia”) il bilancio ha previsto anche lo stanziamento inerente il fabbisogno degli organismi di garanzia, per un totale di 308.495 euro. Il bilancio consiliare, quindi, ammonta complessivamente a 14.024.422 euro, di cui 13.816.727 provenienti dal bilancio regionale, 115.694 dall’Agcom (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) e 92.000 di somme da restituire alla Regione a seguito di entrate proprie. L’atto è stato illustrato in Aula dal vicepresidente Renato Claudio Minardi. Prima di passare all’esame del bilancio del Consiglio, l’Aula ha approvato la nota di aggiornamento al Defr (Documento economia e finanza regionale).

Consiglio regionale (A. Is.)