Fano, le opposizioni sulla premialità del presidente Aset: “Assurda in un momento storico così difficile”

Come già a dicembre dello scorso anno, anche ieri, “fuori tempo massimo”, la maggioranza targata “Seri” ha riproposto la delibera per la premialità del presidente Aset relativa all’anno 2017. Come gruppi di opposizione abbiamo riscontrato le stesse criticità del 2016, quando anche la maggioranza fu d’accordo con il ritiro. Questa delibera, identica alla scorsa, era irricevibile, sarebbe stato vergognoso approvare i criteri premiali ad anno concluso, con obiettivi preconfezionati. Altrettanto assurdo che il premio previsto fosse maggiore dello stipendio annuale percepito (35.000 € contro i 31.000 € di stipendio annuale). L’unico modo per arginare l’ottusità di questa sorda maggioranza di centro sinistra, paladina dei diritti dei lavoratori solo a parole, è stato far mancare il numero legale. Ci interesseranno poco le polemiche che questa maggioranza monterà, poiché siamo fieri di aver fatto risparmiare 35.000 € ai fanesi, trovando per una volta nella sostanza l’unità tra diverse anime politiche del consiglio comunale. Niente di personale nei confronti dell’attuale presidente, ma ai nostri occhi sarebbe stato difficile spiegare alla città una scelta del genere, in un momento storico in cui le famiglie fanno fatica ad arrivare a fine mese.

Davide Delvecchio – UDC – Giovanni Fontana – Movimento 5 Stelle – Gianluca Ilari – Progetto Fano – Marianna Magrini – Progetto Fano – Stefano Mirisola – Forza Italia – Hadar Omiccioli  – Movimento 5 Stelle – Marta Ruggeri  – Movimento 5 Stelle – Luca Serfilippi – La Tua Fano – Riccardo Severi – Gruppo Misto – Lucia Tarsi – Fano Città Ideale

mcdonalds